Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:VOLTERRA10°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 04 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Nubifragio nel Messinese, strade allagate e persone intrappolate nelle auto

Attualità giovedì 02 giugno 2022 ore 15:34

2 Giugno, le onorificenze in piazza dei Miracoli

La Festa della Repubblica in piazza della Repubblica

La Festa della Repubblica in piazza del Duomo alla presenza di numerose autorità e degli studenti medi. Consegnate varie onorificenze



PISA — Il Prefetto di Pisa, Maria Luisa D’Alessandro, ha presieduto la cerimonia istituzionale per la Festa della Repubblica, svolta alla presenza delle autorità civili, militari e religiose del territorio provinciale, nella bella cornice Piazza dei Miracoli. Tra le autorità presenti, i sindaci della provincia, il presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori, i parlamentari Lucia Ciampi, Donatella Legnaioli ed Edoardo Ziello, l’assessora regionale Alessandra Nardini e i consiglieri regionali Andrea Pieroni ed Elena Meini.

La cerimonia - a cui ha fatto da sfondo anche un lungo drappo tricolore srotolato sulla facciata dell’Antico Ospedale Santa Chiara, attuale sede del Museo delle Sinopie - ha avuto inizio alle 10 con la rassegna dello schieramento militare, l’esecuzione dell’Inno d’Italia da parte della banda del Capar e l’Alzabandiera. Il Prefetto D’Alessandro ha quindi dato lettura del messaggio inviato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella; ha fatto seguito l’intervento del Sindaco di Pisa, Michele Conti, del Presidente della Provincia, Massimiliano Angori, e del Prefetto.

Nel corso dell’evento, il Prefetto ha proceduto alla consegna delle Onorificenze dell’ordine “Al merito della Repubblica Italiana” a dodici cittadini residenti nel territorio provinciale che si sono particolarmente distinti per aver acquisito benemerenze nella propria vita lavorativa, in attività svolte a fini sociali e umanitari o per lodevoli servizi svolti nelle carriere civili e militari.

A seguire, una rappresentanza degli studenti delle scuole superiori di II grado (Liceo Classico Galilei – Pacinotti; Liceo Scientifico Ulisse Dini; Istituto Arcivescovile Paritario Santa Caterina; I.I.S. Santoni; I.I.S. L. Da Vinci - Fascetti) ha dato lettura di alcuni articoli della Costituzione accompagnati da un breve commento sui valori repubblicani. Al termine della cerimonia, il Coro dell’Università di Pisa ha allietato gli ospiti con l’esecuzione di una rassegna di brani musicali.

“La nostra Festa della Repubblica – ha sottolineato il Prefetto D’Alessandro – è un momento corale di rinnovata e convinta consapevolezza dei valori costituzionali che animano l’agire quotidiano di ciascuno di noi. La ricorrenza odierna, oggi più che mai, ha il significato di una pubblica testimonianza dei valori fondanti la nostra Carta Costituzionale e rende indispensabile sottolineare l’importanza della collaborazione tra tutti gli attori istituzionali al fine di definitivamente superare le sfide inedite e complesse che hanno caratterizzato questi due anni e prepararci, con rinnovata speranza, al futuro che ci attende”.

Di seguito i nomi degli insigniti e le motivazioni.

Con il grado onorifico di Grande Ufficiale, Prof. Dott. Michele Emdin. Professore Ordinario di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e Direttore del Dipartimento Cardiotoracico e dell’Unità Operativa Complessa di Cardiologia e Medicina Cardiovascolare presso la Fondazione Toscana Gabriele Monasterio. Le sue altissime capacità e competenze professionali, in uno con l’impegno e i traguardi raggiunti in ambito scientifico e accademico, ne hanno fatto un punto di riferimento nel campo delle patologie cardiache, per una casistica di pazienti caratterizzati da elevata complessità riferiti sia alla Toscana che ad altre regioni. Non ha inoltre mancato di distinguersi, durante la pandemia, oltre che sul piano clinico, anche sul versante organizzativo, con la predisposizione, tra l’altro, di un protocollo di pre-ospedalizzazione e di un sistema di collegamento in videoChat tra pazienti degenti e familiari a domicilio, incluso in un progetto di umanizzazione dell’Ospedale. Ai brillanti risultati in campo medico, ha affiancato un rilevante impegno culturale per mantenere viva la memoria sui momenti più drammatici della storia della comunità ebraica pisana. Nel 2018, ha infatti contribuito all’organizzazione del vasto programma di iniziative “San Rossore 1938”, per ricordare le vicende dei docenti e degli studenti espulsi dalle Università a seguito delle leggi razziali. Nel solco di tale manifestazione, ha altresì curato il volume “Vite sospese. 1938: Università ed Ebrei a Pisa.

Con il grado onorifico di Commendatore, Isp. Sup. Vito Giangreco. Ispettore Superiore della Polizia di Stato in servizio presso la Sezione Polizia Postale di Pisa, è Segretario Generale Provinciale del Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia nonché Consigliere Nazionale e componente del Direttivo Nazionale della medesima organizzazione sindacale; coinvolta, grazie al Sig. Giangreco, in un progetto di adozione di bambini del Nepal curato dall’associazione Save the Children. Distintosi negli ultimi anni per numerose attività di Polizia Giudiziaria nell’ambito della lotta alla pirateria informatica e ad altri reati informatici, ha ricevuto il riconoscimento della lode e, nel 2019, un encomio solenne da parte del Capo della Polizia-Direttore Generale della Pubblica Sicurezza per la proficua e rilevante attività di contrasto alla pedo-pornografia. L’impegno dedicato dall’Isp. Giangreco alla tutela e alla sicurezza dei minori in rete, anche con riferimento al fenomeno del Cyber-bullismo, ha inoltre contribuito a realizzare un’importante attività di sensibilizzazione su queste tematiche che ha raggiunto più di diecimila persone, tra studenti, genitori e insegnanti. Per tale attività, egli ha ricevuto un attestato di benemerenza dal dirigente del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Toscana. Nel 2009 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere e, nel 2015, di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Con il grado onorifico di Ufficiale, Prof. Dott. Mario Petrini. Già Professore Ordinario di Ematologia, insignito dell’Ordine del Cherubino, è stato, tra i numerosi incarichi ricoperti, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia, e Direttore della Scuola di Specializzazione in Ematologia dell’Università di Pisa. Sul versante assistenziale, ha contribuito in modo determinante a realizzare il reparto di Ematologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, che ha ininterrottamente diretto fino al 2021, nonché il centro trapianti di midollo osseo di Pisa ed i laboratori di biologia molecolare, immunologia e morfologia ematologica e per la manipolazione cellulare. Il suo brillante contributo al sapere medico scientifico, riconosciuto dalle più importanti riviste del settore e attestato da tre brevetti internazionali, si può apprezzare, tra l’altro, per la messa a punto di terapie originali per il linfoma marginale, la sindrome iper-eosinofila e le localizzazioni cutanee della leucemia acuta a cellule dendritiche, oltre che per la terapia personalizzata dei linfomi dell’anziano. Il dott. Petrini ha inoltre cooperato con l’Associazione Italiana contro le leucemie nell’organizzazione di numerose attività per la divulgazione e la raccolta fondi per la ricerca e l’assistenza. Durante la pandemia, non ha mancato di offrire con dedizione e impegno il proprio servizio, anche sul piano della diffusione dell’informazione scientifica e divulgativa dell’impiego dell’eparina nelle fasi iniziali e gravi della malattia e sull’utilizzo di vari farmaci antileucemici nella prevenzione e nel controllo dell’evoluzione dell’infezione.

Con il grado onorifico di Cavaliere, Prof. Avv. Francesco Bosetti. Professore ordinario di Diritto Privato e Presidente del Corso di Studi in Scienze del Governo e dell’Amministrazione del Mare presso l’Accademia Navale di Livorno. Nel corso del suo lungo e proficuo percorso accademico, iniziato presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, ha prodotto numerosi contributi scientifici che spaziano dal diritto privato a quello del diritto dei beni culturali ed è stato più volte membro, per il Ministero dell’Università e della Ricerca, di Commissioni per la valutazione di progetti di ricerca nazionali. È stato membro di comitati di indirizzo di fondazioni bancarie e consigliere di amministrazione di enti ad esclusiva partecipazione pubblica, Presidente della Commissione scientifica del “Premio Giuridico Coviello”, nonché Vice Presidente della Camera Arbitrale istituita presso la Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno. È, inoltre, avvocato iscritto nell’Albo di Pisa, nell’Elenco Speciale degli Avvocati Professori Universitari.

Con il grado onorifico di Cavaliere, Dott. Salvatore De Marco. Specializzato in Medicina Interna presso l’Ateneo Pisano, è Dirigente Medico (di II livello), attualmente Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Medicina 5 dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana, dove da quasi trent’anni presta la sua attività con livelli elevatissimi di specializzazione e di prestazione. Nel corso della sua carriera, il Dott. De Marco si è adoperato con risultati eccellenti nel campo della epatologia e della endoscopia digestiva e, in qualità di professionista di altissima specializzazione, si è occupato della gestione e dell’implementazione dei percorsi diagnostico-terapeutici dei pazienti complessi. Impegnato nella gestione dei pazienti contagiati e ricoverati presso l’Unità da lui diretta, nel corso dell’emergenza sanitaria ha prodotto, in veste di coautore, uno specifico studio intitolato “The Covid-19, Epidemiology, Clinic and Prevention”, pubblicato nel 2020.

Con il grado onorifico di Cavaliere, Prof.ssa Anna Maria Di Milia. Laureata in Scienze Biologiche presso l’Università di Pisa, ha conseguito presso l’Ateneo Pisano un dottorato di ricerca e collaborato con il Dipartimento di Scienze della Terra di Pisa a numerose ricerche palinologiche, anche all’estero. All’interesse per la ricerca scientifica e all’impegno professionale didattico, quale insegnate di ruolo di Scienze naturali nelle scuole secondarie della città, la Professoressa Di Milia (Tongiorgi) ha costantemente affiancato un esemplare impegno civile nel campo del volontariato in favore delle persone più fragili. In particolare, negli anni, si è generosamente spesa per la realizzazione di molteplici iniziative a sostegno delle persone colpite da malattie oncologiche; prima con l’Associazione Oncologica Pisana, che ha costituito un importante stimolo per le istituzioni pisane alla creazione della prima unità di Oncologia Medica presso l’azienda sanitaria locale, e, poi, nel 2006, con “Non più sola”, di cui è stata fondatrice e Presidente, associazione di volontari oggi attiva in Valdera e in Alta Valdicecina, che si occupa di supportare le donne sottoposte a trattamenti di chirurgia oncologica, dal momento della diagnosi, all’intervento, durante e dopo le terapie e fino a tutto il periodo di riabilitazione. Durante l’emergenza pandemica, la Professoressa Di Milia Tongiorgi ha profuso il suo impegno nel coordinamento dei volontari della Valdera per la fabbricazione e distribuzione di mascherine chirurgiche per i reparti dell’Ospedale di Pontedera.

D'Alessandro, Duranti e Conti

Con il grado onorifico di Cavaliere, Colonnello Giulio Duranti. Comandante Provinciale dei Carabinieri di Pisa, in tale ruolo, ha conseguito brillanti risultati investigativi, imprimendo con il suo impegno rinnovata efficacia all’attività preventiva e di controllo del nostro territorio. Nel corso della sua lunga carriera, durante la quale ha svolto funzioni dirigenziali, di comando e coordinamento di primissimo piano, ha costantemente contribuito a dare lustro all’Arma dei Carabinieri e, in ogni suo incarico, ha saputo esaltare l’attività dei reparti dipendenti, raggiungendo importanti traguardi istituzionali e conseguendo egregiamente gli obiettivi prefissati. Vanta una diversificata e solida esperienza maturata in qualità di comandante delle Compagnie di Sorgono e Tonara, nonché quale Comandante del Reparto Operativo di Oristano e dello stesso Comando Provinciale, tutti incarichi espletati in aree sensibili, caratterizzate da forme di criminalità diffusa e organizzata. Con altrettanto onore e prestigio ha partecipato, con il 1º Reggimento Carabinieri paracadutisti “Tuscania”, a numerose operazioni di soccorso internazionale e per il sostegno della pace in Bosnia, Afghanistan, Iraq, Sudan, Libano e Niger.

Con il grado onorifico di Cavaliere, Sig. Fabio Gronchi. Nel ruolo di assistente amministrativo presso l’Ufficio Impianti Nucleari del Centro Interforze Studi per le Applicazioni Militari (Cisam) si è distinto per un rendimento elevatissimo e una incondizionata affidabilità, nonostante l’elevato carico di lavoro e la pericolosità delle attività operative. In tutte le situazioni, al fine di consentire il completamento delle attività di disattivazione del Reattore RTS-1 “Galileo Galilei”, ha sempre garantito, con eccezionale spirito di collaborazione, tempestività di intervento e capacità di operare in modo prolungato, mantenendo un notevole livello qualitativo ed estrema lucidità nell’affrontare anche le situazioni più delicate ed impegnative. Nel lungo periodo che lo ha visto coinvolto nell’ambito dell’Ufficio, ha sempre dimostrato di saper operare con serietà, fornendo un prezioso contributo in particolare nella gestione dei rifiuti radioattivi e nelle operazioni di bonifica radiologica condotte non solo presso il comprensorio Cisam ma anche in innumerevoli Enti dell’Amministrazione della Difesa.

Con il grado onorifico di Cavaliere, Dott.ssa Alessandra Mugnetti. Primo Dirigente in quiescenza della Polizia di Stato, nel corso della sua lunga carriera ha ricoperto con dedizione molteplici incarichi, dimostrando sempre elevata professionalità e massima spirito di servizio. Dal 1986 al 1989 ha prestato servizio presso la Scuola Allievi Agenti di Piacenza, in qualità di Dirigente dell’Ufficio Studi con incarichi di docenza, e, dal 1996 al 2019, è stata Dirigente dell’Ufficio di Polizia di Frontiera Aerea presso l’aeroporto di Pisa. In tale ruolo, ha confermato le qualità morali e professionali che hanno connotato la sua intera attività; intrattenendo ottime relazioni inter istituzionali con le altre Forze di Polizia, Enti e Istituzioni. Ha costantemente ricevuto note di lode e di encomio, nonché numerose note di compiacimento e apprezzamento per il servizio svolto, per le quali ha ricevuto la medaglia d’oro al merito di servizio e la croce di bronzo per anzianità in servizio.

Con il grado onorifico di Cavaliere, Dott.ssa Silvia Pini. Dirigente Medico presso l’Unità Ospedaliera di Anestesia e Rianimazione P.S. (Pronto Soccorso) dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana di Cisanello, dove lavora dal giugno 2009. Relatrice in numerosi convegni, tra le principali funzioni e responsabilità della Dott.ssa Pini vi è la gestione dei pazienti politraumatizzati e con cerebrolesioni, sia in ingresso al Pronto Soccorso, sia in Sala Operatoria e in Rianimazione. Durante l’emergenza pandemica, si è occupata della gestione dei pazienti contagiati e ricoverati nella Terapia intensiva Covid-19, chiedendo espressamente di lavorare nel suddetto reparto; la Dott.ssa Pini si è inoltre impegnata per mettere a punto un’esperienza pilota, a livello nazionale, tesa a consentire l’ingresso dei familiari dei pazienti contagiati all’interno del nosocomio.

Con il grado onorifico di Cavaliere, Dott.ssa Sara Salvetti. Laureata in Scienze Biologiche e specializzata in “Microbiologia e Virologia” presso l’Università di Pisa, attualmente ricopre l’incarico di Dirigente del Servizio Operativo Sanitario di Microbiologia presso l’Ospedale San Giuseppe di Empoli. Durante la pandemia da Covid-19, si è significativamente adoperata per l’implementazione dell’attività della struttura da lei diretta, migliorandone la funzionalità. Dottoressa di ricerca in “Microbiologia Medica e Sperimentale” presso l’Ateneo Pisano, ha continuato a svolgere una importante attività di ricerca scientifica nell’ambito della microbiologia molecolare ed è autrice di numerose pubblicazioni. È altresì docente in tale ambito del corso di laurea in Scienze infermieristiche dell’Università di Firenze.

Con il grado onorifico di Cavaliere, Col. Alessandro Tufano. Già Capo di Stato Maggiore presso il Comando delle Forze Speciali dell’Esercito, nel settembre 2021 è stato trasferito presso la Brigata paracadutisti Folgore, dove attualmente ricopre l’incarico di Comandante alla Sede della Caserma Vannucci in Livorno. La significativa esperienza maturata nell’ambito delle Forze Speciali e l’acquisizione di tecniche operative e procedure messe in pratica in contesti ad elevatissima connotazione professionale gli hanno valso, tra gli incarichi di primissimo piano che gli sono stati affidati, quello di Comandante della “Task Force 45” nell’ambito della missione ISAF in Afghanistan, durante la quale con somma perizia ed estremo coraggio ha pianificato e condotto molteplici operazioni di disarticolazione di gruppi di insorti, consentendo alle forze del Contingente italiano di effettuare il sequestro di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, esplosivo ed armi, oltre alla cattura di pericolosi terroristi. In virtù delle elevate qualità morali e professionali, nel corso della sua brillante carriera è stato insignito di moltissime importanti onorificenze, tra cui la Croce d’Oro al Merito dell’Esercito.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Alcuni ciclisti, nei giorni scorsi, sono stati aggrediti da cani liberi in strada. La Velo Etruria: "Diventa rischioso praticare il nostro sport"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità