Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:VOLTERRA18°31°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 22 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Finale Europei Roma? Non in Paesi ad alto contagio»

Attualità martedì 20 dicembre 2016 ore 18:07

Mobit ricorre al Consiglio di Stato contro il Tar

Il consorzio ha impugnato la sentenza del tribunale amministrativo che ha annullato l'esito della gara per individuare il gestore unico del Tpl



PISA — Mobit ha presentato ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar che esclude la sua offerta dalla gara regionale per il trasporto pubblico locale.

La gara era stata aggiudicata nell'ottobre 2015 ad Autolinee toscane del gruppo francese Ratp e subito dopo l'altro concorrente in gara, il consorzio di imprese locali Mobit, aveva presentato ricorso davanti al Tar contestando l'assegnazione.

Il Tribunale amministrativo, il 28 ottobre, ha annullato l'esito della gara invalidando entrambe le offerte che, a suo avviso, non avrebbero rispettato le linee guida del bando nel calcolo degli indici finanziari.

Secondo il presidente di Mobit Andrea Zavanella la sentenza avrebbe dovuto riconoscere come vincitore il consorzio costituito dalle società di trasporto pubblico della Toscana.

"Mobit -commenta il numero uno del consorzio - ha utilizzato un metodo corretto per il calcolo degli indici finanziari mentre Autolinee Toscane no. Il Tar in sostanza ha dato ragione a Mobit ma non ha definito un vincitore".

Di qui la decisione di impugnare la sentenza.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Uno era caduto e il gruppo si era portato fuori strada perdendo l'orientamento. Sono stati individuati grazie all'elicottero
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca