QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 27 gennaio 2020

Attualità mercoledì 16 settembre 2015 ore 16:45

Piscine: in arrivo un salasso per gli agriturismi

Immagine di repertorio

Più analisi e più costi: con la nuova normativa le piscine private delle strutture ricettive vengono equiparate a quelle pubbliche



POMARANCE — Una normativa che aumenta notevolmente gli adempimenti che le strutture ricettive dotate di piscine, numerose su tutto il territorio, devono ottemperare. Il Comune di Pomarance insieme all'Unione Montana Alta Val di Cecina organizza un incontro con gli operatori turistici di tutto il territorio per fare un po' di chiarezza sul nuovo regolamento, recentemente approvato, che riguarda le piscine ad uso di agriturismi e case vacanze. L'appuntamento è per lunedì 21 alle ore 21 presso il teatrino De Larderel a Pomarance ed è esteso a tutti gli interessati l'invito a partecipare.

LA SCADENZA. Un appuntamento importante- spiegano Monica Antoni e Gianfranco Bianciardi Consiglieri comunali di Pomarance - in quanto seconda la nuova normativa entro il 30 di settembre 2015 le strutture devono presentare al 'Comune competente una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa nelle forme previste dal decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), in cui attestano lo svolgimento in atto della relativa attività e ne specificano il periodo di inizio'".
Sul sito dello Sportello Unico Attività Produttive è stato inserito il modulo per fare richiesta di deroga e sarà illustrato e distribuito anche durante l'incontro di lunedì. "La dichiarazione - spiegano i consiglieri - è fondamentale per mettere in deroga alcune caratteristiche strutturali che invece vengono richieste alle piscine costruite dopo l'emanazione della nuova legge sugli impianti natatori".

LA NORMATIVA. "La principiale novità - spiegano i Consiglieri - è che a partire da marzo 2016 sarà obbligatorio per tutti adeguarsi ai nuovi adempimenti, che sono tra l'altro costosi in termini di approvvigionamento e di analisi delle acque in vasca: per alcuni aspetti le piscine di agriturismi vengono equiparate a quelle pubbliche". Ad esempio, anche per le attività di piccole dimensioni e ridotte per numero di posti letto, sarà necessario certificare che l'acqua utilizzata per le vasche è potabile, eseguire analisi durante l'arco della giornata e tenere un registro con i dati; è necessario, inoltre, che vi sia nella struttura ricettiva una persona che ha una apposita formazione sulla gestione delle acque.

"Nei mesi passati, prima dell'approvazione del nuovo regolamento - spiegano Antoni e Bianciardi - il Comune di Pomarance insieme all'Unione, attraverso l'interessamento dell'Uncem aveva presentato alla Regione una serie di osservazioni sui punti più critici, poiché questa nuova legge rischiava di penalizzare notevolmente le piccole strutture turistiche, a volte anche solo da 4-5 posti letto, presenti sul territorio". Osservazione che, a quanto pare, non sono state accolte. E ora la nuova normativa è in vigore.



Tag

Risultati elezioni Emilia Romagna, le quattro ragioni della frenata di Salvini e la vera incognita per il governo

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità