QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°15° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 08 dicembre 2019

Politica giovedì 12 giugno 2014 ore 18:42

Si è riunito il consiglio comunale: nuove deleghe e nuovi assessori

Fabiani vicesindaco e assessore insieme a Fedeli, Sguazzi e Bacci; aumentano gli impegni per i consiglieri, vista la riduzione del numero dei componenti di giunta e consiglio prevista dalla riforma



POMARANCE — Si è riunito ieri, 11 giugno, il nuovo consiglio comunale a Pomarance dopo le elezioni del 25 maggio, un consiglio ridotto con la riforma, che scende da 16 a 12 componenti, 8 alla Lista Civica Insieme per Cambiare della maggioranza, e 4 all'opposizione per Sinistra Democratica.
Il sindaco Loris Martignoni ha presentato i membri della giunta, anche questa ridotta da 6 a 4 membri, senza grandi sorprese rispetto a quanto annunciato in campagna elettorale e dopo la rielezione. Riconfermato assessore Nicola Fabiani che sarà anche vicesindaco al posto di Bianciardi, e tornerà ad occuparsi di ambiente, turismo, commercio e artigianato alle quali si aggiungono le deleghe al bilancio, alla semplificazione e all'efficientamento dei processi nella pubblica amministrazione ed al verde pubblico. "Semplificazione ed efficientamento dei processi - spiega Martignoni - vuol dire lavorare su come si muovono le procedure all'interno del sistema, è un segnale forte di volontà da parte della nostra lista".
Leonardo Fedeli, riconfermato assessore, mantiene lo sport e l'impiantistica sportiva, la viabilità e la manutenzione stradale e prende anche il grande settore delle opere e dei lavori pubblici, oltre all'innovazione tecnologica e all'agenda digitale. 
Ilaria Bacci neo eletta, è assessore alla cultura, allo spettacolo e alle tradizioni, alle politiche giovanili, alle pari opportunità, alla legalità e alla partecipazione.
L'altra new enty della giunta è Camilla Sguazzi che è stata nominata assessore a: istruzione, sociale, associazionismo e sussidiarietà, cultura della pace e difesa dei beni comuni. "Il nostro territorio - illustra il sindaco - è ricco di volontariato: abbiamo una serie di associazioni no profit, a livello sportivo, culturale, eccetera e Sguazzi è l'assessore di riferimento; si occuperà della collaborazione tra associazioni e amministrazione comunale che è fondamentale, per poter essere presenti sul territorio, per mantenere le feste paesane ad esempio a Serrazzano, Pomarance e Lustignano, ma soprattutto per mantenere la qualità della vita anche da un punto di vista culturale".
Al sindaco Martignoni rimangono le deleghe a Protezione Civile, società partecipate, sviluppo economico per quanto riguarda l'industria ed energie rinnovabili, politiche del personale, comunicazione, agricoltura ed il team per il reperimento dei finanziamenti. 
Deleghe anche ai consiglieri uscenti riconfermati: Gianfranco Bianciardi, ex vicesindaco, ha le deleghe a urbanistica, difesa del suolo e risorsa idrica. Mario Andrei si occuperà di portare a termine il progetto di rivivere Larderello e del decoro urbano dei paesi. Loriano Fidanzi si occuperà di sanità e trasporti. La neo eletta Sara Mercuriali ha avuto la delega ai consorzi stradali e al decoro urbano di Serrazzano e Lustignano.

La giunta è stata votata anche dai membri dell'opposizione di Sinistra Democratica, che oltre a Garfagnini conta sui nuovi giovani eletti Calvani, Cenerini e Ghilli, che hanno dichiarato la loro disponibilità a lavorare insieme per il bene del territorio.

"Le deleghe sono ben distribuite in base alle competenze e alla qualità che abbiamo nella nostra squadra - ha commentato Martignoni - purtroppo sono tante, ma questo accade perchè abbiamo un minor numero di amministratori ed un minor numero di addetti in pianto organica a fronte però di sempre maggiori competenze derivanti dalle riforme. Siamo un Comune di 6mila abitanti, ma abbiamo impegni e incarichi come un Comune di 20mila: abbiamo rapporti con le grandi industrie del territorio, grandi impegni sull'ambiente e sulla viabilità, siamo il Comune più esteso della provincia, abbiamo 8 frazioni e ben 12 cimiteri".

"Nelle deleghe - spiega il primo cittadino - sono citate tutte le attività, anche quelle come la difesa dei beni comuni, la difesa della pace, la legalità, le pari opportunità che in una lista civica non sono sempre presenti. Questo indica che siamo una lista civica improntata ai valori fondanti della Costituzione italiana, i valori della democrazia e della libertà. E' anche una lista che a livello tecnico ha competenze e qualità e possiamo lavorare bene, Adesso partiamo e poi vedremo se ci saranno da fare aggiustamenti in corso d'opera".

Giovedì prossimo, 19 giugno, si riunirà nuovamente il consiglio per la nomina delle commissioni e dei membri che andranno a rappresentare il comune nell'unione montana, oltre alla scelta dei capi gruppo. "Con la prossima riunione - conclude il sindaco - completiamo l'insediamento e possiamo iniziare a lavorare; è un bel consiglio, nonostante la riduzione del numero ci sono tante facce giovani e nuove e questo fa ben sperare".



Tag

Un contestatore urla "Buffone" a Salvini, lui: "Ti voglio bene fratello"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Politica