QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20°21° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 15 settembre 2019

Politica lunedì 19 maggio 2014 ore 22:11

Sinistra Democratica presenta i suoi candidati

La lista di centro sinistra che candida a sindaco Marco Garfagnini è composta da 5 donne e 7 uomini, con un'età media di 37 anni



POMARANCE — "Su una parete della nostra scuola c’è scritto grande 'I CARE'. E’ il motto intraducibile dei giovani americani migliori: 'ME NE IMPORTA. MI STA A CUORE'. E’ il contrario esatto del motto fascista 'Me ne frego' ".
Così diceva Don Lorenzo Milani nella sua 'Lettera ai giudici'. "Questo è lo spirito - scrive la coalizione di centro sinistra - che anima i dodici candidati presentati da Sinistra Democratica Pomarance alle elezioni amministrative del 25 maggio prossimo, come emerso anche nelle presentazioni della lista fin qui svolte nei nostri paesi".
"I candidati - scrive Sinistra Democratica Pomarance - sono 5 donne e 7 uomini, età media 37 anni, casualmente proprio quella del candidato sindaco Marco Garfagnini, tutti motivati dal desiderio di contribuire a fare di questa nostra terra un posto dove poter restare, dove poter vivere e lavorare".
Dario Calvani, pomarancino, 25 anni, laureato in chimica, è il Segretario del Circolo PD di Pomarance. "Nascere fra i soffioni e le centrali geotermiche mi ha reso attento ai temi del rapporto fra ambiente e sviluppo economico - spiega Calvani - ho intrapreso un percorso di studi strettamente connesso allo sviluppo delle energie rinnovabili; vorrei che la nostra area geotermica diventasse un esempio di come la ricerca scientifica sulle energie rinnovabili vada di pari passo con la sostenibilità ambientale e che il suo sviluppo, anche oltre la geotermia, sia un volano per l'occupazione giovanile".
Melissa CENERINI, 26 anni è di Montecerboli ed è laureata in biologia sanitaria. "Il motivo per cui ho deciso di candidarmi è il forte rispetto che ho per il nostro territorio - illustra Cenerini - da anni pratico volontariato presso la Pubblica Assistenza e ritengo che, soprattutto nel nostro Comune, il volontariato debba essere sostenuto e incentivato, coinvolgendo il maggior numero di giovani". "Da giovane laureata in cerca di occupazione, come la maggior parte dei miei coetanei - aggiunge - credo inoltre che non si debba rinunciare ad avere l'opportunità di spendere in casa nostra le potenzialità professionali che ci siamo guadagnati con lo studio, con l'impegno e anche con i piccoli o grandi sacrifici dei nostri genitori; anche il Comune può fare la sua parte e io sono pronta ad impegnarmi per il mio futuro e quello dei miei coetanei".
Milagro Magnolia Cespedes ha 30 anni, viene da Lustignano ed è dipendente dell'Associazione Nazionale Ciechi. "Ho deciso di candidarmi - racconta Cespedes - perché, lavorando da molti anni in associazioni a contatto con persone portatrici di handicap, vorrei portare il mio contributo per incrementare il lavoro dell'associazionismo, magari cercando di renderlo più efficace e concreto nel nostro territorio".
Edoardo Folenghi, pomarancino di 18 anni, è uno studente del Liceo scientifico. "Nonostante sia appena diventato maggiorenne - dichiara Folenghi - ho accettato di candidarmi come sfida per cambiare verso il nostro territorio: i nostri giovani scappano, noi vogliamo dargli l’opportunità di riuscire, qui, tra le loro famiglie; ho scelto di fare politica perché le ingiustizie esistono: darò il massimo per il cambiamento".
Chaia Ghilli, ha 30 anni, è laureata in scienze politiche relazioni internazionali e viene da San Dalmazio. "Mi candido - spiega Ghilli - per il mio senso di appartenenza a questa comunità che mi ha accolta da piccolina, proveniente dal campo profughi Saharawi, prendendomi per mano, fino a coronare il sogno della cittadinanza italiana; è per questo che sono ben lieta di avere ora l'opportunità di fare la mia parte, di mettere a disposizione la mia grinta e la mia determinazione per una crescita sociale ed economica del nostro Comune, che oltre a essere italiano è anche europeo". "Voglio condividere - aggiunge - il mio bagaglio di strumenti e di conoscenza perché le opportunità che l'Europa offre ricadano anche sulle imprese e sui singoli cittadini di Pomarance".
Diego Gucci, ha 31 anni, è dipendente Enel Green Power e vive a Serrazzano. "Ho accettato di candidarmi - spiega Gucci - per contribuire allo sviluppo del territorio valorizzando le piccole e medie imprese locali, sostenendo in particolare le attività legate alla geotermia e alle energie rinnovabili, affinché diventino un motore trainante del ripopolamento dell'Alta Val di Cecina".
Giovanni Martellucci ha 30 anni, vive a Larderello ed è dipendente Enel Green Power. "Ho accettato i candidarmi - afferma Martellucci - per cercare di dare il mio contributo, oltre al mondo del lavoro, anche nel miglioramento dello sviluppo e della crescita soprattutto dei paesi limitrofi, con la realizzazione di opere concretamente necessarie ai cittadini più decentrati, sia in attività socio-culturali che produttive".
Yuri Nencini ha 45 anni, vive a Lrderello ed è dipendente Enel Green Power dal 1991. "Ho accettato di candidarmi - dice Nencini - per mettermi in gioco in prima persona per provare a migliorare la situazione generale della zona, partendo dalle mie attuali esperienze sindacali e di lavoro; oltre allo sviluppo della geotermia, particolarmente importante sarà l'impegno per risollevare il paese di Larderello nel contesto comunale".
Andrea Pazzagli, è di Montecerboli, ha 72 anni ed è un insegnante elementare in pensione. "Insieme al ruolo di insegnante - spiega Pazzagli - in passato ho ricoperto la carica di presidente del Distretto Scolastico di Volterra; sebbene le mie scelte politiche precedenti siano state diverse, ho deciso di candidarmi in SD ritenendo prioritaria una presentazione unitaria della sinistra; al di là dalle differenze, che pure ci sono, è importante che si ricostituisca un tessuto unitario dell'intera Val di Cecina e che a Pomarance la sinistra riconquisti il ruolo che ha svolto per lunghi anni, con luci e ombre, ma certo significativo per il progresso sociale e democratico". "Il lavoro è il tema che ritengo essenziale - spiega - ma esso non deve essere perseguito a detrimento del rispetto dell'ambiente, che rappresenta del resto una ricchezza ed è a sua volta fonte di lavoro; giudico infine essenziale l'attenzione agli immigrati, la cui presenza è da vedersi non come problema, ma come risorsa".
Flavia Rasoini, pomarancina, 56 anni, è una educatrice professionale. "Ho accettato la candidatura - spiega Rasoini - riconoscendomi nei valori del programma e motivata a mettere a disposizione la mia esperienza professionale nell'ambito dei servizi sociali". "Provenendo dal mondo della cooperazione sociale, un'importante risorsa occupazionale del nostro territorio, altamente qualificata sul piano umano e professionale - aggiunge - sono motivata a spendere il mio impegno e le mie energie per la salvaguardia e il potenziamento di questo settore tanto importante per la qualità della vita dei cittadini: dobbiamo impedire che i tagli che ci sono stati imposti in nome della crisi economica, si traducano in una riduzione di servizi fondamentali a discapito delle fasce sociali più deboli".
Diego Ribechini, 25 anni, pomarancino, è un tecnico luci e suoni, è diplomato all'ITC come programmatore ed è tesserato PD. "Vedo nella dispersione delle attività delle varie associazioni giovanili - dice - un elemento di debolezza da colmare".
Donella Ribechini, pomarancina, 59 anni è una casalinga. "Faccio volontariato da tempo in associazioni di Pomarance - spiega Ribechini - questo motiva la mia candidatura e mi riconosco in questo programma, che valorizza e allarga in prospettiva le iniziative legate al commercio equo e solidale, al riciclaggio dei rifiuti e nella cura delle pari opportunità".
Fonte: Sinistra Democratica Pomarance



Tag

Catania, Salvini contestato

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Attualità