QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12° 
Domani 10°12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 18 novembre 2019

Attualità sabato 11 ottobre 2014 ore 16:00

Un progetto contro le saracinesche abbassate

Monteverdi e Cascina sono i Comuni pisani che parteciperanno all'iniziativa della Regione per portare a nuova vita i fondi sfitti



PROVINCIA DI PISA — Animare con attività culturali e commerciali i fondi privati dei centri storici di cinque comuni toscaniCascina e Monteverdi Marittimo in Provincia di Pisa, oltre ad Empoli, Campi Bisenzio, e Quarrata. E' questo lo scopo di  POP UP lab – Riapriamo la città un progetto innovativo finanziato dall'Autorità per la partecipazione della Regione Toscana che prende il via con una chiamata per idee aperta a tutti.

Nei cinque Comuni coinvolti, le amministrazioni locali individuano fondi sfitti e in accordo con i proprietari provvedono a metterli a disposizione dell'iniziativa. Singoli e gruppi formali o informali propongono un'idea o un progetto per animare i locali nel corso di tre giorni. I vincitori del bando utilizzano gratuitamente i fondi a loro destinati per realizzare le idee presentate e organizzare attività sociali, culturali e commerciali di tipo amatoriale o imprenditoriale.

Dopo il successo della prima edizione, che si è svolta a marzo nel Comune di Castelfranco di Sotto, ed ha visto la riapertura di 30 fondi con più di 50 progetti di attività commerciali, culturali e sociali, l'idea è cresciuta ed è divenuta un vero e proprio laboratorio di sperimentazione di pratiche per costruire nuovi modelli di condivisione degli spazi cittadini.

Nei loro centri storici dei primi cinque Comuni che hanno aderito all'iniziativa si svolgeranno, a partire da dicembre, le iniziative di questa edizione di POP_UP Lab: a Cascina il 10, 11 e 12 aprile 2015 e a Monteverdi Marittimo il 15,16 e 17 maggio 2015.



Tag

Scontro Feltri-De Girolamo: «Tu mi interrompi, ma sta' zitta! Ma perché devi rompermi i c...?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca