comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 19°29° 
Domani 19°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 07 agosto 2020
corriere tv
Coronavirus, Galli: «Temo che il vaccino non ci sarà prima della fine del 2021»

Attualità giovedì 05 marzo 2020 ore 13:30

La Banca Popolare cresce in numeri e affidabilità

Daniele Salvadori, Giampiero Lari e Nicola Luigi Giorgi della Banca Popolare di Lajatico

Trend positivo per la BpLaj dai primi dati sul bilancio del 2019. Banca che, per Altroconsumo, è l'istituto indipendente più affidabile della Toscana



LAJATICO — Il presidente Nicola Luigi Giorgi, il vide direttore generale Giampiero Lari e Daniele Salvadori, già direttore generale e da gennaio amministratore delegato, hanno presentato stamani nella sede di Ponsacco i primi dati relativi alla chiusura del bilancio 2019 da parte della Banca Popolare di Lajatico. Non mancando di illustrare alcune importanti novità di inizio anno e di esprimere qualche preoccupazione per le ricadute economiche, oltre che sanitarie, del coronavirus sul territorio.

Andando con ordine, i dati preliminari sul 2019 confermano il significativo incremento degli impieghi erogati a sostegno delle famiglie e delle piccole imprese del territorio – che rappresentano da sempre la clientela di riferimento della Banca - cresciuti a fine 2019 a 604 milioni di euro (+4,3 per cento annuo), con un forte progresso dei nuovi mutui erogati nel corso dell’esercizio (+7,8 per cento).

Analogo andamento ha registrato la raccolta diretta, a conferma della sempre maggiore fiducia della clientela del territorio riguardo al ruolo ed alla solidità della Banca. Questa componente fondamentale ha infatti toccato il livello massimo mai raggiunto in precedenza: 768 milioni di euro, +6,8 per cento rispetto al 31 dicembre 2018. Cresce anche la raccolta gestita (+17,6 per cento) mentre l’incidenza dei crediti deteriorati sul totale degli impieghi si è ridotta ad un livello ormai prossimo al 6 per cento e si rafforza il grado di copertura delle inadempienze probabili, passato dal 25 al 37 per cento nel corso del 2019.

A livello economico è atteso un apprezzabile incremento della redditività, sostenuto dalla
tenuta del margine di interesse e dal significativo progresso realizzato nei ricavi netti da
servizi (+11 per cento).

"In merito alla fiducia - ha commentato Salvadori - ci terrei anche a segnalare una recente ricerca di Altroconsumo che presenta la Banca Popolare di Lajatico come la più affidabile fra quelle indipendenti in Toscana, tenendo conto di vari indicatori. Mentre l'indice di solvibilità della banca, il Cet1, è passato da 13 a 14,40, attestandosi abbondantemente al di sopra dei livelli richiesti".

Tra le novità presentate anche tre operazioni accordate dagli organi di controllo e vigilanza bancaria, che vanno in direzione di un ulteriore consolidamento della BpLaj e di attenzione verso l'economia del territorio: il reciproco acquisto di azioni con Banca Popolare di Cortona, l'attivazione di un "liquidity provider" - attraverso il quale la BpLaj può riacquistare azioni proprie sul mercato purché non ne modifichi il prezzo - l'attivazione di un fondo di solidarietà, per l'acquisto di azioni di soci in difficoltà economica e di salute. Quest'ultimo dovrà essere approvato dall'assemblea dei soci prevista per maggio.

"A queste operazioni, anche complesse - ha riferito il presidente Giorgi - ne va anche aggiunta un'altra, alla quale stiamo lavorando: la nascita di un fondo strutturato che metta assieme tutte le banche popolari d'Italia".

Le incertezze sulle prospettive future, infine, sono date dalle nuove norme in arrivo sia per l'erogazione del credito sia per le crisi d'impresa - "che potrebbero mettere in seria difficoltà soprattutto le microimprese" ha detto Salvadori -, nonché dagli effetti del diffondersi del coronavirus.

"Le ricadute economiche del coronavirus si fanno sentire in particolare nei settori trasporti, manifatturiero e turismo - ha commentato in proposito Giorgi - ed è necessario evitare i rischi di una stretta creditizia. Come banca del territorio è anche nostro dovere stare accanto a famiglie e imprese e son convinto che, anche grazie alla bontà dei dati che abbiamo oggi presentato, la Banca Popolare di Lajatico in grado di fare tutto il possibile per fronteggiare eventuali difficoltà".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Politica