Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA15°29°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cos'è la sindrome da long Covid e chi rischia di più?

Attualità sabato 19 novembre 2016 ore 16:30

Lupi in agguato, gli allevatori chiedono aiuto

Un branco di lupi

A preoccupare di più sono gli incroci con i cani randagi. L'assessore Baruffa ha incontrato i rappresentanti delle associazioni di categoria



VOLTERRA — I lupi tormentano il bestiame e gli allevatori chiedono al sindaco Marco Buselli e all'assessore Gianni Baruffa di attivarsi con la Regione per contrastare il fenomeno.

Il Comune di Volterra ha affrontato nei giorni scorsi il problema della loro presenza sul territorio e in special modo di ibridi, in un incontro con le associazioni agricole e delegazioni di pastori. A coordinare la riunione l’assessore all'agricoltura Gianni Baruffa.

Tutti gli interventi, comunicano dall'Amministrazione, hanno evidenziato l'estrema gravità della situazione: a preoccupare maggiormente è il numero crescente di ibridi, cioè incroci tra il lupo e cani randagi, considerati molto più dannosi e pericolosi in quanto molto meno timorosi della presenza dell'uomo e dei cani da guardia.

E proprio per al loro riduzione i pastori hanno chiesto interventi urgenti e risolutivi. Gli attacchi degli ibridi alle greggi ormai non sono più sporadici, i danni sono ingenti e non riguardano solo la perdita dei capi uccisi, ci sono anche danni alle produzioni perché anche le pecore che sopravvivono subiscono un forte trauma che determina aborti e perdita di produzione di latte. A questo si aggiungono i costi indotti dovuti a certificazioni veterinarie e smaltimento delle carcasse.

Nel corso dell’incontro i rappresentanti della associazioni agricole hanno rimarcato che queste situazioni si sommano alle gravi difficoltà delle aziende dovute ai problemi di mercato con prezzi del latte e dei prodotti che attualmente non coprono neppure i costi di produzione. Tutto questo rischia di far saltare un sistema economico, quello dell'allevamento ovino, che da decenni è alla base del sistema agricolo territoriale con possibili gravi ripercussioni per l'intera comunità in termini economici, sociali, ambientali e paesaggistici.

Le associazioni di categoria hanno mostrato apprezzamento per la sensibilità dimostrata dall'Amministrazione comunale di Volterra nel convocare prontamente questo incontro al termine del quale hanno richiesto al sindaco Buselli e all'assessore Baruffa di agire su più fronti.

Prima di tutto attivandosi con la Regione per sollecitare l'assessorato competente a mettere in atto tutte le azioni possibili per risolvere, o quantomeno riportare nell'ambito della sostenibilità, questa grave situazione; poi è stata richiesta anche un'azione di informazione e sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini, affinché sia fatto loro capire quanto sia importante l'agricoltura e la zootecnia, in particolare, per le comunità e non solo per gli allevatori.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In 40 anni è prevista l'estrazione di 10 milioni di tonnellate di salgemma per l'impianto di Rosignano. Parere favorevole dalla giunta della Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità