Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA16°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 17 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità sabato 19 novembre 2016 ore 16:30

Lupi in agguato, gli allevatori chiedono aiuto

Un branco di lupi

A preoccupare di più sono gli incroci con i cani randagi. L'assessore Baruffa ha incontrato i rappresentanti delle associazioni di categoria



VOLTERRA — I lupi tormentano il bestiame e gli allevatori chiedono al sindaco Marco Buselli e all'assessore Gianni Baruffa di attivarsi con la Regione per contrastare il fenomeno.

Il Comune di Volterra ha affrontato nei giorni scorsi il problema della loro presenza sul territorio e in special modo di ibridi, in un incontro con le associazioni agricole e delegazioni di pastori. A coordinare la riunione l’assessore all'agricoltura Gianni Baruffa.

Tutti gli interventi, comunicano dall'Amministrazione, hanno evidenziato l'estrema gravità della situazione: a preoccupare maggiormente è il numero crescente di ibridi, cioè incroci tra il lupo e cani randagi, considerati molto più dannosi e pericolosi in quanto molto meno timorosi della presenza dell'uomo e dei cani da guardia.

E proprio per al loro riduzione i pastori hanno chiesto interventi urgenti e risolutivi. Gli attacchi degli ibridi alle greggi ormai non sono più sporadici, i danni sono ingenti e non riguardano solo la perdita dei capi uccisi, ci sono anche danni alle produzioni perché anche le pecore che sopravvivono subiscono un forte trauma che determina aborti e perdita di produzione di latte. A questo si aggiungono i costi indotti dovuti a certificazioni veterinarie e smaltimento delle carcasse.

Nel corso dell’incontro i rappresentanti della associazioni agricole hanno rimarcato che queste situazioni si sommano alle gravi difficoltà delle aziende dovute ai problemi di mercato con prezzi del latte e dei prodotti che attualmente non coprono neppure i costi di produzione. Tutto questo rischia di far saltare un sistema economico, quello dell'allevamento ovino, che da decenni è alla base del sistema agricolo territoriale con possibili gravi ripercussioni per l'intera comunità in termini economici, sociali, ambientali e paesaggistici.

Le associazioni di categoria hanno mostrato apprezzamento per la sensibilità dimostrata dall'Amministrazione comunale di Volterra nel convocare prontamente questo incontro al termine del quale hanno richiesto al sindaco Buselli e all'assessore Baruffa di agire su più fronti.

Prima di tutto attivandosi con la Regione per sollecitare l'assessorato competente a mettere in atto tutte le azioni possibili per risolvere, o quantomeno riportare nell'ambito della sostenibilità, questa grave situazione; poi è stata richiesta anche un'azione di informazione e sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini, affinché sia fatto loro capire quanto sia importante l'agricoltura e la zootecnia, in particolare, per le comunità e non solo per gli allevatori.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Uno è stato registrato a Pomarance, gli altri tre in comuni del versante "Valli Etrusche". Il punto sui tamponi effettuati e sui vaccini
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Lavoro