Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:27 METEO:VOLTERRA16°23°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Space X, rientrati i primi turisti spaziali: l'ammaraggio della capsula al largo della Florida

Attualità lunedì 22 marzo 2021 ore 18:30

Ospedale, la Asl, "Solo progetti di sviluppo"

"Un progetto che potenzia e valorizza la sanità volterrana". La Usl Toscana nord ovest ribadisce la sua posizione dopo le polemiche



VOLTERRA — Nessun depotenziamento della sanità volterrana. Il progetto costituisce un rafforzamento e una valorizzazione dei servizi su tutto il territorio dell’Alta Val di Cecina”. La direzione della ASL risponde al presidente della fondazione Cassa di Risparmio di Volterra dopo il suo intervento ( vedi articoli correlati ) che ha fatto seguito a molte altre prese di posizione sulle vicende della cardiologia.

“L’ospedale di Volterra, con l’istituzione della guardia anestesiologica, è stato messo in sicurezza e questo è il primo obiettivo attuato in tempi record, tenendo anche conto della carenza di professionisti non solo a livello regionale ma anche nazionale. Un altro importante traguardo, anch’esso raggiunto rapidamente, è sicuramente l’istituzione della guardia internistica che garantisce, in accordo con il pronto soccorso, la capacità di presa in carico delle emergenze e urgenze. Due obiettivi importanti sul versante della sicurezza dei cittadini. 

Il presidente Pepi, quando parla di attivare la guardia cardiologica h 24, dovrebbe tener conto di alcuni importanti documenti e linee guida a livello nazionale e regione. Mi riferisco – continua la direttrice Asl Casani – al decreto Balduzzi che, in relazione alla riorganizzazione della rete ospedaliera, in una realtà come Volterra non prevede la presenza del cardiologo h 24, così come non è previsto in una struttura di riabilitazione come Auxilium Vitae, se non per le poche ore durante le quali si svolgono gli esercizi specifici. Del resto, sempre in relazione alla presenza del cardiologo sulle 24 ore, è bene ricordare che il paziente con un infarto in corso viene, da sempre, trasferito nei nodi della rete ospedaliera abilitati e non è prevista la permanenza al Santa Maria Maddalena."

Inoltre l’evoluzione in medicina è velocissima e le procedure sono in continuo mutamento. Ad esempio, nel caso dell’infarto (sindromi coronariche acute), salvo casi eccezionali, non è più prevista la trombolisi sistemica come accadeva in passato ma è essenziale la centralizzazione nelle cardiologie dotate di emodinamica per un approccio invasivo immediato. Per gli infarti definiti ad alto rischio, è necessaria una valutazione coronarografica precoce (entro 24 ore) e quindi l’invio in strutture che possano garantire tale prestazione in tempi rapidi, come è sempre accaduto a Volterra”.

“Mi preme anche evidenziare – afferma il direttore generale - che, grazie alla nuova organizzazione, sono aumentate le ore ambulatoriali e le consulenze cardiologiche, non si capisce quindi di quale ridimensionamento stiamo parlando”.

“Infine, non dimentichiamo che i medici del pronto soccorso sono qualificati a gestire le urgenze - emergenze cardiologiche e che è stato attivato immediatamente un sistema di teleconsulto per il periodo notturno e festivo con il cardiologo di guardia a Pontedera”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Al di sotto della media degli ultimi giorni il numero dei nuovi contagi accertati nel Pisano nell'arco delle ultime 24 ore. Il dettaglio per Comune
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità