Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:34 METEO:VOLTERRA19°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Politica mercoledì 21 luglio 2021 ore 18:00

Ospedale, "Più concretezza"

Le reazioni al Consiglio comunale aperto di ieri. Moschi chiede "Concretezza", la Lega parla di "Depotenziamento", Sos Volterra ribadisce le richieste



VOLTERRA — "Dopo il Consiglio Comunale aperto, risulta evidente che il cosiddetto "Progetto Volterra" non sia stato concordato con il territorio, e pare di capire che si tratti più di spostamenti e di interventi sulle strutture che sul personale medico.Noi siamo favorevoli a nuovi interventi che rendano più funzionale l'Ospedale di Volterra, ma vorremmo capire anche con quale organico, visto che ad oggi mancano ancora troppi professionisti i quali nel tempo non sono stati rimpiazzati.Ringrazio Bezzini per le sue aperture a modifiche sul progetto in corso. Però devo sottolineare che alla fine l'Assessore Regionale, di concreto, non ha portato nulla, e che non abbiamo nemmeno uno straccio di tempistica per gli interventi promessi."

Lo dice il capogruppo di Uniti per Volterra Paolo Moschi dopo il Consiglio comunale aperto sui temi della sanità al quale ha preso parte l'assessore regionale Bezzini.

"Ci conforta sapere che presto, come richiesto dalle opposizioni, saranno strutturati i posti letto per la sub-intensiva, come confermato dalla dottoressa Casani. Una prima vittoria del blocco delle Opposizioni, che su questo si sono schierate dal primo giorno di legislatura. Dobbiamo però anche sottolineare che l'assenza del cardiologo di notte non è una situazione che possiamo accettare."

"Adesso - conclude Moschi - chiediamo a Bezzini tempi certi e modifiche chiare, perchè le parole non ci bastano: infine serve un progetto per lo sviluppo di Auxilium Vitae, da inserire nel PNRR e serve ripristinare i cardiologi, per la sicurezza dei cittadini dell'Alta Val di Cecina.

“Solo le solite vacue promesse da parte dell’Assessore Bezzini-commenta il Consigliere regionale leghista Elena Meini - che non hanno per nulla dipanato una matassa che, da troppo tempo, si sta rivelando molto ingarbugliata e per nulla foriera di buone notizie per i cittadini volterrani.” 

“Il depotenziamento del nosocomio è sotto gli occhi di tutti-precisa l’esponente leghista-ed è davvero inaccettabile l’inconcludente ed evanescente atteggiamento dell’assessorato competente.” Meini prenderà parte all'incontro in programma domani alle 17,30 al Persio Flacco organizzato da Volterra Infanzia e Sos Volterra.

E proprio l'associazione Sos Volterra, "Oltre a ribadire con forza la richiesta di attivazione di una terapia intensiva a Volterra, promessa a suo tempo dal Presidente Giani e spettante al nostro territorio sulla base dei nuovi parametri, che ne portano l'indice a 0.14 posti letto ogni mille abitanti, chiede la piena tutela del Diritto alla Salute sul territorio del Volterrano, della Val di Cecina e delle zone limitrofe, a partire dal mantenimento e dal rilancio dell'Ospedale di Volterra, garantendo eguale Diritto di accesso alle cure rispetto a territori maggiormente popolati.

Deve essere urgentemente risolta la questione pediatrica, con l'istituzione di una reperibilità notturna e nelle ore scoperte, o attraverso l'istituzione di una guardia attiva, attivando al contempo almeno un posto di osservazione breve pediatrica al Pronto Soccorso.

Riguardo alla necessità di riaprire subito la sub-intensiva cardiologica, soppressa al primo di Marzo assieme alla copertura cardiologica h24, chiediamo l'immediata attivazione di una collaborazione ufficiale (che non escluda altre possibilità indispensabili a raggiungere l'obiettivo) con la Fondazione Monasterio."

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le positività rilevate tra ieri e oggi sono distribuite tra 12 comuni della provincia. Ricoveri stabili negli ospedali pisani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Don Andrea Pio Cristiani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS