Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA19°32°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scherma, Di Francisca: «Errigo emotiva». Velasco: «Dichiarazioni disgustose»

Attualità mercoledì 24 gennaio 2018 ore 13:01

"Poggio alle croci? Siamo alle fake news"

Il Partito democratico è intervenuto per "raccontare la realtà dei fatti: il rapporto tra il magnate anglo-indiano e l'Asl è cessato"



VOLTERRA — Il Partito democratico volterrano è intervenuto per raccontarte "la realtà dei fatti su Poggio alle Croci. Oramai siamo alla fake news: il sindaco annuncia a mezzo stampa la prossima definizione della lunghissima vicenda legata al riuso del complesso immobiliare di Poggio alle Croci"

"Buselli spiega che il magnate anglo-indiano Kuldeep Desaur ha già il permesso di costruire. La realtà dei fatti è purtroppo un’altra. Con la Delibera n. 789 del 28/07/2017 della ASL,  ogni rapporto tra il proprietario dell’immobile (l’ASL appunto) ed il compratore Desaur, è cessato".

"Dopo lunghissimi anni (più di 10!) e numerosissime richiesta da parte di ASL di firmare il contratto, tutte citate nel testo della Delibera, l’Azienda sanitaria proprietaria è stata costretta alla risoluzione dell’accordo, vista anche la dichiarata impossibilità di Desaur". 

Dal Pd hanno poi ricostruito la vicenda: "La prima Giunta Buselli inizialmente ostacola il progetto poiché, come scrive nel programma elettorale del 2009 ritiene di dover destinare parte degli spazi di Poggio alle Croci ad “edilizia popolare, agevolata o a canone concordato”. In extremis, sul finale del primo mandato, cambia repentinamente orientamento, tanto da esaltare adesso la realizzazione di “resort e case di lusso”, e procede all’approvazione di un Piano attuativo per l’area di Poggio alle Croci". 

"Atto emanato ad aprile del 2014 a soli fini elettorali perché ad oggi (dopo quasi 4 anni) non accolto da nessun investitore interessato a Poggio alle Croci. In seguito, altri due anni son passati nella singolare questione dello spostamento dell’isola ecologica, divenuta improvvisamente di ostacolo al progetto".

"Per quanto annunciato dall’amministrazione comunale - hanno concluso dal Pd - l’ipotetico nuovo investitore (non più Desaur) dovrebbe: riprendere dall’inizio l’iter per acquistare da ASL il Poggio alle Croci; realizzare l’investimento secondo quanto previsto dal Piano attuativo ormai vecchio di 4 anni e non attuato; comprare, sempre da ASL, anche l’area dell’isola ecologica (ex Fornace); realizzare l’imponente investimento al Poggio alle Croci; costruire a sue spese la nuova isola ecologica del Comune e investire pure sull’area della ex Fornace, a quel punto disponibile! Ma di cosa stiamo parlando? Fake news, appunto, ma sopratutto una grande occasione persa".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La maggior parte dei contagi si è verificata tra i giovani, 28 tra bambini e adolescenti. I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura