Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:VOLTERRA18°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ddl Zan, Calderoli (Lega): «Meglio fermarsi qui che fare una 'porcata'»

Attualità martedì 27 dicembre 2016 ore 17:00

Sanità, l'accordo a otto approvato in SdS

L'ente ha ratificato il documento firmato dai comuni di Chianni, Terricciola, Peccioli, Lajatico, Volterra, Pomarance, Montecatini, Castelnuovo



VOLTERRA — E’ stato approvato e ratificato in Società della Salute Alta Val di Cecina l'accordo di territorio fra otto Comuni, firmato qualche giorno fa, tra Alta Valdicecina e Alta Valdera. Il documento ha visto i Comuni di Chianni, Terricciola, Peccioli e Lajatico fare rete con Volterra, Pomarance, Montecatini e Castelnuovo Val di Cecina, andando a lavorare su un'area dalle caratteristiche omogenee.

"La soluzione che invece si vuole imporre con la nuova zonizzazione è una vittoria di Pirro - ha commentato il sindaco di Volterra Marco Buselli -, perché i territori hanno ribadito, ancora una volta, un modo di vedere le cose assai diverso, fatto di accordi, su basi comuni, che partono dal basso e non imposti e poi diramati dalle segrete stanze. Credo che la gente si possa rendere conto chiaramente di questo – ha sottolineato Buselli -. Anche il sindaco di Castelnuovo Val di Cecina, che non ha potuto esser presente, mi ha confermato telefonicamente il suo appoggio, per far valere le ragioni da noi esplicitate in tutti i contesti".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due scosse sono state registrate nella serata di ieri, entrambe con epicentro nel comune di Castelnuovo. Nessun danno a cose e persone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca