QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 13° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 26 febbraio 2020

Attualità martedì 17 gennaio 2017 ore 16:30

"Sulla sanità soltanto barricate"

Il Pd parla della riforma sanitaria e accusa la maggioranza

Il Pd attacca l'amministrazione considerando gli effetti della riforma sanitaria regionale a un anno dall'attuazione: "Serve maggiore dialogo"



VOLTERRA — Compiuto il primo anno della riforma sanitaria regionale, che ha ridisegnato l'assetto territoriale delle aziende sanitarie, delineato la nuova organizzazione degli enti del servizio, il Pd di Volterra ne analizza gli sviluppi e le criticità.

"Il percorso, anche normativo, della riforma non è ancora del tutto compiuto - scrivono dal pd Volterrano - ci vorranno tempo e aggiustamenti in virtù della nuova organizzazione per dipartimenti e dei nuovi ambiti territoriali di riferimento, ma ciò non impedisce di mantenere focalizzata l'attenzione su quello che dovrebbe essere l'obiettivo principale da perseguire: la salute del cittadino".

"Non vorremmo che, impegnate nel complesso lavoro di riorganizzazione, le maxi aziende sanitarie perdessero di vista la missione principale, per concentrasi più sul mezzo (l'organizzazione dell'azienda, appunto), che sul fine (il paziente). Sarà capitato a tutti di trovarsi di fronte, alle volte, con disservizi, liste chiuse, tempi lunghi di attesa, spostamenti di sede, carenza di personale sanitario".

"Disagi che risultano essere maggiori quando si presentano in territori, come il nostro, periferici. Dove minore è l'offerta di servizi e dove questi sono erogati quasi nella totalità dal sistema pubblico".

"Chiediamo con forza all'Azienda sanitaria di porre rimedio alle situazioni che creano difficoltà e disagio ai cittadini che si trovano a dover usufruire dei servizi sanitari, nel nostro territorio. Ogni riforma gioca la propria efficacia e deve essere valutata sicuramente in base a come incide sul sistema complessivo, in termini organizzativi ed economici, ma sopratutto in base a come riesce a rispondere ai bisogni delle persone".

"Deve essere sostenibile ma deve prima di tutto dare servizi validi, in quantità, accessibilità e qualità. Invitiamo l'esecutivo regionale a facilitare l'azione delle Aziende sanitarie, a dare le necessarie indicazioni e disposizioni, a garantire l'universalità e l'equità di accesso alle prestazioni ed ai servizi. Ma non basta chiedere e invitare".

"Per parte nostra continuiamo il lavoro, complesso e difficile, intrapreso sul tema dei servizi sanitari del nostro territorio. Un dialogo, con la politica e le istituzioni, spesso complicato e faticoso, ma sicuramente necessario. L'attuale Amministrazione ha invece scelto, fino dall'inizio della propria esperienza politica, un altro ruolo, giocando con sistematica strumentalità l'arma della barricata, privilegiando i consensi elettorali rispetto al dialogo ed alle proposte che avrebbero potuto portare anche alcuni risultati tangibili che al contrario - è sotto gli occhi di tutti - mai sono arrivati".

"Non è solo creando barriere ed opposizioni che si può pensare di ottenere dei risultati, occorre dialogare con le varie componenti del sistema, proporre progettualità, mediare e condividere gli obiettivi e il ruolo che Volterra e l'Alta Val di Cecina potranno giocare nel sistema sanitario regionale" concludono dal Pd.



Tag

Il vice ministro della Salute iraniano suda in conferenza: positivo al coronavirus

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità