comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°27° 
Domani 16°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 20 settembre 2020
corriere tv
Presidente di seggio positiva a Potenza, scuola sotto sanificazione

Politica sabato 15 agosto 2020 ore 17:12

Unione, proposta Santi, favorevoli e contrari

Il capogruppo di maggioranza Lorenzo Lazzerini difende la proposta di una Unione comunale tra Valdera e Valdicecina, contro Moschi



VOLTERRA — Nei giorni trascorsi, dal momento in cui il Sindaco di Volterra Giacomo Santi ha lanciato la proposta di una unione territoriale dalla Valdicecina alla Valdera, molte voci si sono espresse su questa ipotesi, dagli amministratori alle forze politiche ( vedi articoli correlati ) con un dibattito che prosegue con toni accesi.

"Cosa c’è di così aberrante e diabolico nel voler cercare una condivisione di servizi e contenuti? Cosa c’è di così strano nel voler cercare una collaborazione multi-direzionale? Nel cercare di proiettare la propria città al di-fuori di se stessa, per far sì che quei campanili a cui noi toscani siamo così affezionati possano crescere ancora più forti?

Abbiamo sempre sostenuto che la ricerca di accordi, relazioni e unità sarebbe stata una delle strade maestre verso le quali ci saremo mossi, consci che in un mondo in così grande cambiamento, nessuno può pensare di andare da solo: dalla grande super potenza, al piccolo agglomerato urbano.

Abbiamo già alcuni servizi in comune con la Val d’Era e con i nostri vicini dell’Alta Val di Cecina. Ora è il tempo di potenziare l’esistente e di creare nuove opportunità. Nessuno di noi può pensare che questo territorio così ampio possa sopravvivere nel lungo periodo se lasciamo che le barriere ideologiche e campanilistiche siano il volano della nostra azione politica. Questa non è la politica che abbiamo cercato di costruire in questo anno di legislatura", dice il capogruppo di maggioranza Lorenzo Lazzerini.

"Accorpando Volterra e la Valdicecina con la Valdera tutto va a nostro discapito. Ovvero secondo la forza di gravità, i liquidi e i solidi da monte scivolano a valle.L'ospedale di Volterra aveva una dozzina di primari prima della fatidica "rete" con Pontedera. Adesso i primari sono tutti a Pontedera e noi dobbiamo ringraziare quando qualcuno si degna di venire a operare quassù, sempre quando le sale operatorie del Lotti sono piene. 

Recentemente anche il sociale, la zona distretto, è stata accorpata, facendoci il "regalo" della zona unica, con 15 Comuni popolosi della Valdera e 4 montani della Valdicecina (chi deciderà? indovinate un pò). Adesso il Santi viene a proporci un'idea che è già però stata confezionata più di 15 anni dal PD pisano: ovvero un'unica grande Unione Valdera da Buti alle Balze di Volterra. Dove la Valdicecina farà la parte del prolungamento di Peccioli. Sempre sull'ospedale, sono stati dati 5 milioni di investimento per il Lotti, mentre per il S. Maria Maddalena solo mezzo milione, utilizzato nello...spostamento di reparti! Mentre si tace sulla necessità, questa si impellente, di dotare il nostro Ospedale di terapia intensiva.Anche per la Conferenza zonale scolastica, si sente voglia di unione Valdicecina Valdera: sulla funzione scolastica agganciarsi a Pontedera significherebbe la fine dei nostri istituti superiori. 

Noi mettiamo in guardia da queste decisioni, che faranno forse contenti i pisani e i dirigenti del PD, che studiano evidentemente lacci e lacciuoli per detenere il potere in Unioni e Carrozzoni atti all'autoconservazione.Noi pensiamo invece che la Valdicecina deve essere messa in condizione di competere!", spiega invece la lista civica Uniti per Volterra con la coordinatrice Bassini e il vice Giacomi.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Cronaca