QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20°21° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 15 settembre 2019

Cronaca giovedì 13 marzo 2014 ore 09:05

Da Bucarest a Montecatini per produrre olio e cereali

La storia di Cristina Oancea che ha lasciato il suo lavoro di speaker radiofonica in Romania per aprire una impresa agricola sulle colline della Val di Cecina



MONTECATINI VAL DI CECINA — Dalla radio ai cereali. E' questa la vita della rumena Cristina Oancea, oggi cinquantenne, che guarda il mondo dalle belle colline di Montecatini Val di Cecina, dove nella sua azienda agricola produce principalmente avena che conferisce al Consorzio Agrario ed olio extravergine di oliva.
Questa è la storia di una delle donne che fanno crescere l'agricoltura Toscana in Provincia di Pisa: secondo i dati di Coldiretti, nel territorio è boom di imprenditori stranieri (+15,1% dal 2006), e una impresa su due è gestita da una donna.
"Per una donna cresciuta in città – racconta Cristina – è stato decisamente un bel salto. Sono passata dalla programmazione radiofonica alla programmazione delle culture”. A Bucarest, dove è nata e dove ha vissuto fino al 1994, Cristina lavorava per un’importante emittente radiofonica della capitale rumena e per un’agenzia di interpretariato. E’ durante una delle iniziative in cui era stata chiamata a fare da interprete ad un gruppo di italiani che conosce il marito. “Non sapevo niente di avena, di olivi, ne di potature e ciclo delle stagioni - spiega la coltivatrice - è stato mio marito a trasmettermi questo sapere. E’ una piccolissima azienda la mia, che cerco però di portare avanti con orgoglio e semplicità”. Tra i sogni di Cristina c’è un agriturismo: “i tempi non sono dei migliori per fare investimenti – prosegue – ma non bisogna mai smettere di sognare”.

Le ambasciatrici del Made in Pisa vengono da lontano: insieme a Cristina ci sono Herta, ex architetto austriaco che alleva asini e gestisce un agriturismo a Campiglia Marittima, e Kerstin, tedesca di Francoforte, che produce vino ed olio a Ponsacco. Queste sono solo tre delle 1.030 imprenditrici agricole straniere della provincia, che attraverso l’agricoltura ed il lavoro si sono costruite un percorso di integrazione, parità sociale ed indipendenza economica riuscendo a far coincidere i tempi della vita con quelli del lavoro.
Sono sempre più gli stranieri che nella campagna pisana, tra Volterra e la Maremma, hanno messo radici e si sono dedicati all’agricoltura. Tra i più famosi ci sono Sting, nel Chianti, l’ex chief executive della Time Warner Richard Parsons nel Brunello di Montalcino passando per l’amministratore delegato del colosso del tabacco Philip Morris



Tag

Catania, Salvini contestato

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Attualità