comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 11°23° 
Domani 11°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 27 maggio 2020
corriere tv
Sala: «Ci sono Regioni che non vogliono i milanesi. Me ne ricorderò quando andrò in vacanza»

Cronaca martedì 25 febbraio 2014 ore 12:02

Frana del borgo: Ferrini in Regione

Proseguono le indagini geologiche, ma per intervenire serve che il Governo permetta di superare i vincoli del patto di stabilità



CASTELNUOVO VAL DI CECINA — Il Comune di Castelnuovo aggiorna la cittadinanza in merito al movimento franoso, in prossimità della strada del borgo di Castelnuovo, dal lato di Porta Fiorentina, in atto dai primi di febbraio.
Sono iniziate, e sono ancora in corso, le indagini geognostiche consistenti in sondaggi a carotaggio continuo per la profondità di trenta metri. Il prelievo di campioni e successive prove di laboratorio permetterà in tempi brevi di evidenziare le caratteristiche geo meccaniche-stratigrafiche della frana.
Sono state effettutate stuccature nelle fratture del manto stradale per evitare ulteriori infiltrazioni di acqua.
Al fine di alleviare il disagio della popolazione residente nel borgo, i cassonetti della nettezza urbana sono stati ricollocati nel luogo originale nonostante la chiusura di un tratto di strada di accesso a Porta Fiorentina.
Inoltre, l'amministarzione comunale rende noto che il Sindaco Alberto Ferrini il giorno 17 febbraio ha preso parte a Firenze alla riunione indetta dalla Regione Toscana alla quale hanno partecipato i Sindaci dei territori colpiti da eventi alluvionali o che hanno subito ingenti danni per il maltempo.
Il quadro regionale è impressionante per il ripetersi dall’ottobre 2013 al febbraio 2014 di eventi calamitosi. I danni, infatti, sono drammaticamente ingenti per il patrimonio pubblico, per le attività produttive e per molti privati cittadini.
In quella seduta è emersa l’assoluta necessità di far riconoscere al più presto al Governo lo stato di emergenza e/o di calamità. Senza questo passaggio, infatti, anche gli interventi di somma urgenza resterebbero sottoposti al patto di stabilità  e anche ammesso che si possano trovare le necessarie risorse economiche per intervenire, i Comuni incontrerebbero serie difficoltà a spendere queste risorse.
La Regione Toscana si è fatta garante di una procedura univoca per tutti i Comuni. A questo proposito il Sindaco Ferrini ha potuto direttamente interloquire con il Presidente Rossi e con l'assessore Bramerini al quale ha trasmesso la richiesta di un sopralluogo congiunto alla presenza dell’ingegner Massini.
L'amministrazione comunale, infine, fa presente che faranno seguito ulteriori aggiornamenti con cadenza settimanale, per informare costantemente la popolazione su quanto avviene.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità