Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:VOLTERRA13°26°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Cultura sabato 18 marzo 2017 ore 06:30

Giocando a dadi con gli Etruschi

Dadi etruschi esposti al Museo Guarnacci di Volterra

Undici esemplari in avorio, appartenuti all’antico popolo, sono conservati in una vetrina del Museo Etrusco Guarnacci di Volterra



VOLTERRA — Alea iacta est”, “Il dado è tratto” e la decisione, in modo irrevocabile, è stata presa. La locuzione latina riflette l’abitudine, tipicamente romana, di affidare il proprio destino alla sorte dei piccoli giochi cubici. Conosciuti oggi come forma di svago, i dadi hanno origini molto antiche e una storia in cui si intrecciano interesse per la sorte e desiderio di divinazione.

Presenti tra le civiltà Maya, Egizia e Azteca erano utilizzati anche in epoca etrusca sia come divertimento sia come strumenti di carattere magico rituale per decretare la sorte.

Ritrovamenti archeologici hanno, infatti, confermato come l’antico popolo ne realizzasse in osso e in avorio e come fossero un elemento importante nella loro quotidianità. Rinvenuti anche a Volterra, undici di questi esemplari sono conservati/custoditi nel Museo Etrusco Guarnacci. Come quelli moderni, sulle sei facce, sono incisi i punti che ne indicano i numeri.

Attorno alla loro invenzione sono state formulate diverse ipotesi. Anche Erodoto propose una sua versione. In un mito, racconta, infatti, che i Lidi, per far cessare una carestia, avrebbero ideato alcune attività ludiche tra cui anche quella dei dadi. Una forma di svago che permetteva di non pensare al cibo, favorendo così il superamento della fame. Un piccolo oggetto che racchiude in sé il potere di unire distrazione salvifica, calcolo e strategia di gioco.

Viola Luti
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si è sviluppato nel tardo pomeriggio interessando incolto e bosco. Sul posto gli elicotteri assieme a squadre a terra per spegnere il rogo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità