QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12° 
Domani 10°12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 18 novembre 2019

Politica sabato 10 maggio 2014 ore 15:05

La bussola di Insieme per Cambiare tra continuità e innovazione

La lista civica di Martignoni propone 4 punti cardinali: sviluppo economico e occupazione; cultura, partecipazione e sussidiarietà; servizi alla persona e educazione; tutela ambientale e sviluppo infrastrutturale



POMARANCE — Loris Martignoni, sindaco uscente e candidato per la lista civica Insieme per Cambiare ha presentato ieri sera, 9 maggio, presso lo Spazio Savioli di Pomarance i componenti della sua squadra ed il programma elettorale con un bilancio del lavoro svolto nei cinque anni alla guida dell'amministrazione.
Davanti ad oltre cento cittadini, Martignoni, dopo aver illustrato i profili dei candidati, 6 uomini e 6 donne oltre al candidato sindaco, ha presentato le linee guida del programma; i quattro punti cardinali saranno: sviluppo economico e occupazione; cultura, partecipazione e sussidiarietà; servizi alla persona e educazione; tutela ambientale e sviluppo infrastrutturale.
Strade. Il sindaco uscente ha affrontato il tema delle opere pubbliche facendo anche rifermento alla viabilità: “l'assessore Fedeli aveva stipulato con la Provincia di Pisa un accordo per sistemare le frane sul territorio in cui il Comune investirà 2 milioni e 100mila euro; è già partita la gara per sistemare la frana dopo la frazione di Lustignano, in direzione Cecina; poi saranno il tratto di San Dalmazio, lo smottamento in prossimità della cava e la frana del Poggetto Rosso”. “Servono le strade – ha detto Martignoni – e ci impegneremo insieme anche all'amministrazione di Castelnuovo, per intervenire sul ponte del Pavone”.
Occupazione. Grande attenzione è stata data al tema dell'occupazione e dello sviluppo economico: “grazie al lavoro svolto, abbiamo incrementato i posti di lavoro di oltre 220 unità, non solo con Enel”. “Delle 200 assunzioni fatte dall'Enel – ha spiegato Martignoni – 120 sono state nel Comune di Pomarance, ma è stata salvaguardata anche la Società Chimica Larderello e altre ditte importanti come l'Icet e la Ciclat”.
Progetti. Per il futuro, secondo Insieme per Cambiare, oltre alla formazione per figure professionali qualificate, bisognerà puntare “sull'incremento dell'occupazione femminile che potrà trovare sbocco in diversi nuovi progetti, tra cui il simulatore di volo, una casa di accoglienza per minori con problemi psichici, ma anche un laboratorio di metallografia che nascerà a Larderello, il Cosvig ed il progetto di Lampogas”.
“L'amministratore di Lampo Green Gas – ha detto Martignoni – sarà presto a Pomarance per costruire lo stabilimento a Larderello da 11 milioni di euro; si tratta di un progetto partito due legislature fa che aveva poi incontrato vari problemi; oggi possiamo dire che tra 12-14 mesi ci saranno 12 posti di lavoro a turno continuo alternato per l'imbottigliamento del CO2, altri 14 posti per autisti, ma anche altre possibilità occupazionali legate alla sorveglianza e altri servizi correlati”.
“Con l'acquisto da parte del Cosvig, e quindi dei Comuni, dell'impianto per il collaudo delle turbine - ha spiegato Martignoni – abbiamo mantenuto in vita anche la Nuova Pignone di Firenze; si tratta di un'operazione, fortemente voluta dal presidente Rossi, con la quale abbiamo acquistato da Enel un impianto che ci permette anche di fare dei guadagni, oltre a creare posti di lavoro; infatti, a breve il personale di Enel attualmente impiegato sarà sostituito da giovani del territorio”.
Poltica del territorio. Chiara la posizione della lista in termini di rapporti con il territorio: “sì all'Unione dei Comuni per sostenere con forza la necessità di un territorio unito” oltre al rilancio della proposta di “un unico Comune Geotermico come elemento distintivo e di forza dell’Alta Val di Cecina”.
“Il Comune di Pomarance, proprio grazie all’azione dell’Amministrazione uscente – si legge nel programma - è diventato in questi cinque anni il punto di riferimento e interlocutore privilegiato di tutta la Val di Cecina sia per l’Amministrazione Provinciale che per quella Regionale come di altri importanti Enti, merito di una competenza affinata nel tempo e di una capacità di dialogare sempre e con tutti per la ricerca di soluzioni condivise a vantaggio del territorio”.



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Cronaca