Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:VOLTERRA19°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 14 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rissa in campo tra Hajduk e Fenerbahce: i tecnici Gattuso e Mourinho corrono in campo per sedare gli animi
Rissa in campo tra Hajduk e Fenerbahce: i tecnici Gattuso e Mourinho corrono in campo per sedare gli animi

Attualità mercoledì 14 gennaio 2015 ore 17:42

La Regione frena sulla nuova geotermia

Per 6 mesi saranno sospesi i permessi di ricerca e anche le autorizzazioni per i pozzi esplorativi. La proposta della giunta sarà discussa in consiglio



FIRENZE — Niente pozzi esplorativi per la ricerca del vapore al Masso delle Fanciulle o a Montecastelli Pisano. Almeno per i prossimi sei mesi. Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi illustra in una nota i contenuti della proposta di legge approvata durante l'ultima giunta e che adesso sarà presentata in Consiglio regionale.

Per sei mesi vengono sospese le procedure per il rilascio di nuovi permessi ricerca per la risorsa geotermica. Per i permessi già rilasciati si sospendono le proroghe così come le autorizzazioni per pozzi esplorativi che consistono nella fase più invasiva della ricerca. 

Sospensione che scatterà dal giorno dell'approvazione in consiglio della legge regionale e che riguarda tutti i permessi di ricerca, ma non le coltivazioni geotermiche.

"L'obiettivo del provvedimento - si legge in una nota dell'amministrazione regionale - è quello di evitare rischi di sostenibilità ambientale e socioeconomica nelle aree di produzione geotermica. La liberalizzazione delle attività in questo settore, sancita dalla normativa nazionale del 2010, ha infatti determinato un cospicuo aumento delle richieste per la realizzazione di pozzi esplorativi".

Con questa legge la Regione si dà così tempo per valutare in quale misura occorra sviluppare la geotermia in Toscana per raggiungere i 150 MW di potenza, cioè l'obiettivo imposto al 2020 dal cosiddetto Burden sharing, la ripartizione degli oneri tra i Paesi imposta dall'Europa, e recepito dal Piano energetico regionale.

Entro il termine di sei mesi, quelli della sospensione, che decorreranno dall'entrata in vigore della legge, spiegano ancora dalla Regione che "verranno stabilite con ulteriori deliberazioni della giunta regionale il numero massimo dei pozzi che potranno essere autorizzati e i criteri di opportuna localizzazione". Lo scopo è quello di garantire lo sviluppo della risorsa e al tempo stesso la sostenibilità ambientale e socio economica dei territori interessati dai permessi di ricerca relativi alle risorse geotermiche.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La lista denuncia presunte irregolarità e vuol vederci chiaro sulle 317 schede nulle: scatta così il ricorso al Tribunale amministrativo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità