QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°18° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 22 ottobre 2019

Attualità venerdì 06 febbraio 2015 ore 15:14

Le commissioni approvano la moratoria e il Paer

Si decide il futuro della geotermia in Regione: nelle commissioni passano la sospensione di sei mesi al rilascio dei permessi di ricerca ed il Piano ambientale energetico regionale



FIRENZE — Le due commissioni della Regione Toscana che si sono riunite ieri, 5 febbraio, hanno approvato a maggioranza la proposta di legge per una moratoria di sei mesi al rilascio dei permessi di ricerca e il Piano ambientale energetico regionale.

IL VOTO. Nelle commissioni Ambiente e Sviluppo economico, riunite in seduta congiunta, presiedute rispettivamente da Gianfranco Venturie Rosanna Pugnalini, entrambi del Pd, il Paer  e la proposta di legge “Disposizioni urgenti in materia di geotermia” sono passate a maggioranza.
Il Piano ha riscosso il voto favorevole di Pd e Forza Italia. Hanno dichiarato voto di astensione FdI, Ncd e Udc. La proposta di legge è stata invece votata con il sì di Pd e Toscana civica riformista, il voto contrario di Forza Italia e FdI e l’astensione di Ncd e Udc.

L'ASSESSORE BRAMERINI. Ai lavori delle commissioni era presente anche l’assessore regionale Anna Rita Bramerini che in chiusura di seduta ha ringraziato uffici e consiglieri per il lavoro svolto. Data l’imminente scadenza della legislatura, Bramerini ha manifestato tutto il suo apprezzamento per il “ruolo importante che la Toscana ha dato, per la prima volta, al dibattito sulla geotermia”. L’assessore ha quindi ricordato che il Paer è un Piano a “costo zero per i contribuenti” in quanto “frutto del lavoro e delle professionalità interne alla Regione”.

IL DIBATTITO POLITICO. Nel lungo dibattito che ha preceduto il voto sulla proposta di legge in materia di geotermia sono stati illustrati e votati anche alcuni emendamenti presentati da Forza Italia e dal consigliere Mauro Romanelli (Gruppo Misto). Quello illustrato da Nicola Nascosti (Forza Italia) che puntava a “tutelare gli impianti di teleriscaldamento a bassa entalpia che utilizzano pompe di calore geotermiche e gli impianti a ciclo binario di nuova generazione” è stato bocciato.
Dei cinque emendamenti presentati da Romanelli, due sono stati ritirati dallo stesso consigliere, uno è stato bocciato mentre quello che punta a far recuperare i sei mesi di moratoria, ossia a “non conteggiare la sospensione ai fini della vigenza del titolo minerario”, è stato accolto.

La proposta di legge sulla geotermia entrerà in vigore il giorno immediatamente successivo alla data di pubblicazione nel Burt. Ciò renderà possibile la contestuale emanazione della delibera relativa al Paer della quale la legge sulla geotermia è parte integrante. 



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Sport

Attualità