QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 17 novembre 2019

Attualità lunedì 05 dicembre 2016 ore 16:37

"Baruffa non giochi a fare lo scaricabarile"

Federico Pieragnoli ha puntato il dito contro l'assessore Baruffa

Il direttore della ConfCommercio Pieragnoli ha risposto all'assessore: "Sa benissimo che gli eventi di Natale deve organizzarli l'amministrazione"



PISA — “L'assessore Baruffa non giochi a fare a scaricabarile. Lui sa benissimo che il compito di organizzare gli eventi di Natale e di valorizzare una città e un territorio è dell'amministrazione comunale e non certo dei commercianti, che già pagano un sacco di tasse per mantenere questa classe politica” è questa la risposta di Confcommercio, per bocca del suo direttore Federico Pieragnoli, all'assessore al commercio e turismo Gianni Baruffa in merito alle iniziative di Natale. 

Baruffa nei giorni scorsi, presentando gli eventi natalizi, aveva dichiarato: "Un calendario di eventi fino al 6 gennaio che regalerà tante sorprese che però quest’anno è stato realizzato con non poche difficoltà, non dipendenti da noi. Come ogni anno nel mese di settembre abbiamo contattato le associazioni di categoria Confcommercio e Confesercenti per organizzare sia le feste natalizie che la notte di San Silvestro. Tutto è andato bene fino a qualche giorno fa quando Confcommercio ci ha comunicato l'impossibilità di adempiere agli impegni. Purtroppo questo ha creato non pochi disagi all'amministrazione e agli operatori che dovevano partecipare ai mercatini proposti nel progetto presentato da Confcommercio. Non ci siamo comunque persi d’animo e grazie alal collaborazione di tutti in pochi giorni abbiamo organizzato il calendario degli eventi".

“Troppo comodo - ha ripreso Pieragnoli - dare la colpa agli altri chiamandoli in causa pubblicamente, rispetto ad eventi ed iniziative il cui soggetto promotore dovrebbe essere la stessa amministrazione comunale, profumatamente pagata con le tasse di cittadini e imprenditori. Noi ci siamo messi a disposizione, con generosità e lealtà, come sempre, proprio per sopperire a queste carenze. Abbiamo suggerito, proposto e condiviso con lo stesso assessore un programma di massima, poi saltato per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, non ultimo i tempi ristretti che avevamo a disposizione. Magari lo stesso assessore avrebbe fatto bene a non vendere la pelle dell'orso prima di averlo catturato, ma si sa, l'entusiamo a volte gioca brutti scherzi. In ogni caso, Confcommercio aveva proposto anche un programma alternativo, ma a quel punto Baruffa non ne ha voluto più sapere”.

Questa la conclusione del direttore Pieragnoli: “Non siamo certo felici per l'esito di questa vicenda, ma nessuno, e tantomeno l'assessore Baruffa, è autorizzato ad alzare il dito e a indicare in qualcun altro il presunto colpevole. Chi riveste il ruolo di amministratore pubblico impari ad assumersi la responsabilità del proprio ruolo fino in fondo, senza cercare altrove presunti capri espiatori”.



Tag

Maltempo a Firenze, l'Arno in piena attraversa la città: il video dall'elicottero

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca