Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA-0°8°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 30 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
I gessi rossi nel mezzo al Parco di Montioni in Toscana: lo scempio dell'ex cava diventata discarica (con materiali cancerogeni)

Attualità martedì 12 agosto 2014 ore 11:10

Un'ambulanza pediatrica unisce Pisa e Livorno

Il sogno di un medico scomparso troppo presto: aveva perso il nipote e non voleva succedesse ad altri bambini. Ora i primi passi del progetto



PISA — Pisa e Livorno insieme. Sono i bambini malati a unirli e la voglia di fare qualcosa per aiutarli, con un'ambulanza pediatrica e neonatale che si chiamerà Amico di Mattia e Annamaria, allestita per soccorrere i piccini. 

Il sogno era di Annamaria Valleriani, medico degli ospedali Santa Chiara e Cisanello di Pisa e della clinica Stella Maris di Calambrone scomparso troppo presto, che questo progetto lo dedicava a suo nipote Mattia, un bimbo di appena 10 anni morto nelle Marche, dove viveva, in seguito a una violenta crisi d'asma e che, forse, un'ambulanza attrezzata avrebbe potuto salvare. 

Se Mattia non ce l'ha fatta, altri bambini potrebbero salvarsi grazie a questo progetto. 

E, così, il dolore che diventa forza, la rassegnazione che si trasforma in voglia di fare, con l'aiuto di tutti e il supporto, pur piccolo, di ciascuno, sono i motori di un progetto che tocca anche Pisa, ma che da anni solleva tante comunità nel mondo, guidato da Mattia e dalla luce che la sua famiglia è capace di emanare. 

A partire dai genitori, che hanno scelto di aiutare sei bambini donando gli organi del figlio. E poi dalla sorella Francesca Paleani, fondatrice e presidente della Walking with Angels MP (Camminando con gli Angeli Mattia Paleani) (www.walkingwithangelsmp.org). E da quella zia acquisita Annamaria, che un po' di Mattia voleva portarlo anche a Pisa e Livorno, ma è morta troppo presto per riuscire a farlo. 

Quel progetto, però, grazie a tante persone, ora sta muovendo i primi passi e ha bisogno di aiuto per crescere e raccontare un nuovo pezzo di una bella storia, che nasce dal dolore, ma che punta ad alleviare le sofferenze di tanti, bambini e genitori. “Per chi soffre di allergie e di asma come ne soffriva il nostro angelo Mattia – spiega Francesca Paleani -, il primo soccorso pediatrico a volte può fare la differenza tra la vita e la morte. Insieme a Michele, Alessandra e Adele siamo in partenza per Livorno e Pisa dove saremo aiutati nell'allestimento di mercatini di beneficenza con oggetti che rievocano i nostri ricordi e anche quelli di chi si è unito a noi. C'è tanta umanità e dolcezza tra le persone che comprendono quanto bene possa fare donare semplici oggetti e parte del proprio tempo con il desiderio comune che non si ripetano più queste tragedie”.

Siccome è sempre l'unione a fare la forza, ecco come aiutare l'associazione e i bimbi che questa ambulanza potrà salvare.

IBAN: IT98W0326803213052659994100 SWIFT CODE: SELBITBXXX 032 e info@walkingwithangelsmp.org


© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore altri 6 pomarancini sono risultati positivi al coronavirus. Gli altri due casi in altrettanti Comuni del territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Politica

Attualità

Attualità