QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 16°17° 
Domani 15°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 24 ottobre 2019

Attualità mercoledì 23 novembre 2016 ore 14:15

Teleriscaldamento, le mosse dei Comuni

Da sinistra: il sindaco di Castelnuovo Alberto Ferrini, il consigliere di Monteverdi Carlo Macchioni, il sindaco di Pomarance Loris Martignoni, il sindaco di Monterotondo Marittimo Giacomo Termine, il tecnico di Ges Michele Benucci

Per la nuova normativa che obbliga a installare contatori, i sindaci di Pomarance, Monteverdi, Castelnuovo e Monterotondo hanno cercato esenzioni



POMARANCE — Hanno cercato l'esenzione totale, ma per ora sono riusciti a ottenere solo quella per i singoli appartamenti in condomini con più di 5 abitazioni. Così i Comuni geotermici di Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina, Monterotondo Marittimo e Monteverdi Marittimo si sono mossi in merito alla nuova normativa (la 102/2014, integrata dal Decreto Legislativo 141/16, che recepisce la direttiva del Parlamento Europeo 2012/27/UE del 25 ottobre 2012 in materia di efficienza energetica) che prevede, dal primo gennaio 2017, l'obbligo per tutti i gestori di impianti di teleriscaldamento di installare dei contatori di calore in ogni punto di scambio della rete.

Il sindaco di Pomarance Loris Martignoni, quello di Castelnuovo Val di Cecina Alberto Ferrini, di Monterotondo Marittimo Giacomo Termine e il consigliere comunale di Monteverdi Marittimo con delega al Teleriscaldamento Carlo Macchioni ci tengono a fare chiarezza e informare i cittadini sul percorso intrapreso di comune accordo, date le medesime caratteristiche degli impianti di teleriscaldamento geotermico, precisando che non ci saranno ripercussioni sulle tariffe.

"Ben consapevoli della peculiarità dell'energia geotermica e di cosa potrebbe significare l’applicazione della legge, visto che la maggior parte delle nostre circa 4500 utenze di teleriscaldamento sono contabilizzate a forfait - si legge in una nota stampa congiunta -, i Comuni del territorio hanno avviato insieme nei mesi scorsi una fase di approfondimento della normativa e intrapreso diverse azioni. Si sono rivolti all'Authority competente e al Ministero consegnando documentazione esplicativa sugli impianti per richiedere l'esenzione dall'obbligo dei contatori, tuttavia è stata negata la possibilità di deroghe alla legge. Un importante risultato ottenuto dai Comuni con l'Authority - aggiungono - è però l'esenzione dall'obbligo di istallare i contatori nei singoli appartamenti per i condomini con più di 5 abitazioni (quelli con meno di 5 esenti da questo obbligo) attraverso la possibilità di presentare una relazione per chiedere l'esenzione e dimostrare che, visto il basso costo dell’energia, non è vantaggioso istallare un contatore in ogni singolo appartamento. I tecnici della società Ges sono a disposizione per lavorare con gli amministratori dei condomini interessati".

"Come amministrazioni - proseguono i 4 Comuni - abbiamo fin qui fatto ogni tentativo possibile e agendo sempre di concerto, per dimostrare che l'energia geotermica ha una specificità di cui si chiede di tener conto nella normativa esentandoci dall'obbligo dei contatori. Nonostante finora le nostre istanze non siano state riconosciute, continueremo a lavorare in questa direzione e, oltre ai contatti già avviati con la Regione Toscana, nelle prossime settimane incontreremo il viceministro allo sviluppo economico Teresa Bellanova per portare le nostre ragioni e chiedere nuovamente un’esenzione oppure una proroga all'applicazione della legge".

"Vogliamo precisare - hanno aggiunto i sindaci - che l'istallazione dei contatori non è una scelta dei nostri Comuni, ma un obbligo di legge al quale, se continueremo a ricevere risposte negative sull'esenzione, non potremo sottrarci. Qualora non si ottenessero deroghe, l'installazione dei contatori dovrà essere programmata e non potrà avvenire in tempi rapidi, di certo non dal primo gennaio, e comunque non porterà aumenti delle tariffe di teleriscaldamento a carico dei cittadini rispetto al passato".



Tag

Manovra, Fioramonti: "Sono preoccupato, risorse per la scuola sembrano poche"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica