comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 11°23° 
Domani 11°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 28 maggio 2020
corriere tv
Sala: «Ci sono Regioni che non vogliono i milanesi. Me ne ricorderò quando andrò in vacanza»

Attualità martedì 29 agosto 2017 ore 16:00

Riparbella è cardioprotetta

Posizionati due defibrillatori nel centro del paese, in due punti di passaggio. Giovedì 31 agosto la cerimonia di inaugurazione



RIPARBELLA — Due defibrillatori alla portata di tutti per rendere il paese cardioprotetto. Gli strumenti salvavita sono stati posizionati dall'amministrazione comunale in due punti di passaggio, visibili e facili da raggiungere: all'ingresso della farmacia e all'ambulatorio medico in piazza Marconi.

La cerimonia di inaugurazione si terrà giovedì 31 agosto alle 18,30 alla presenza del sindaco, delle associazioni di volontariato e del parroco don Bruno.

Rispetto alle polemiche sollevate dall’ex vicesindaco Signorini in merito al posizionamento dei defibrillatori interviene l’attuale vicesindaco Donatella Conforti: “Al momento del nostro insediamento abbiamo trovato i defibrillatori che giacevano da mesi e mesi in una stanza impacchettati e ci siamo subito attivati per capire come mai non erano stati ancora installati. Verificando la situazione con i competenti uffici comunali è emerso che mancava ancora un progetto relativo al posizionamento dei defibrillatori e l’ipotesi, dell’allora vice sindaco Signorini, di posizionare un defibrillatore in Via della Noce non rispondeva alle prescrizioni delle vigenti leggi ne alle linee guida regionali. Via della Noce infatti è una strada isolata, certo non di grande passaggio. L’ufficio competente ci ha fatto presente che i defibrillatori è bene siano posizionati in posti ben visibili e facilmente raggiungibili come piazza Marconi che dista meno di tre minuti a passo veloce dalla palestra, dalle scuole e dal Parco Dalla Chiesa. L’abbinamento con l’ambulatorio medico inoltre è quanto di più naturale ci possa essere, questo è il primo posto dove si reca una persona che non sta bene.”

“Avere buone intenzioni e idee non serve a nulla se poi non si riescono a tradurre in azioni concrete - ha precisato il sindaco Salvatore Neri - in poche settimane dal nostro insediamento abbiamo ricostruito con gli uffici comunali cosa era successo e cosa mancava e siamo riusciti a farli montare rendendoli finalmente funzionanti e utili al loro scopo.”

Il sindaco Neri è tornato anche sulla questione dell’emodinamica: “Ribadisco l’impegno mio e della giunta per migliorare la qualità della vita a Riparbella, per questo ho formalizzato al sindaco di Cecina Samuele Lippi quanto avevo già chiesto in conferenza dei sindaci. La Asl deve fornirci i dati e gli studi sugli infarti e ictus nelle nostre zone, patologie dove il fattore tempo è determinante per salvare la vita dei pazienti. Alla Asl spetta il compito di fornire i dati tecnici, alla politica spetta il dovere di stanziare le risorse per attuare soluzioni che partendo da fatti concreti, e non solo mere sensazioni, diano risposte efficaci. Con i dati del 118 che la ASL già possiede, ad esempio, potremmo capire quanto sia effettivamente efficace l’attuale rete infarto nella nostra zona dove, come si legge nelle relazioni annuali della stessa ASL, la mortalità per infarto è superiore alla media regionale.”

La richiesta arriva a seguito dei chiarimenti chiesti dai sindaci in seguito all’annuncio che sarà Piombino la sede di una nuova sala di emodinamica e non Cecina e della assenza di qualsiasi dato che descriva come funziona attualmente la rete infarto.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità