Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA18°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 27 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cos'è la sindrome da long Covid e chi rischia di più?

Cronaca venerdì 07 marzo 2014 ore 12:53

Usa uno smartphone rubato sul bus: denunciato

All'uomo, di 36 anni residente a Colle Val d'Elsa, sarà imputato il reato di ricettazione: rischia dai due agli otto anni di reclusione ed una multa da 516 a 10329 euro



VOLTERRA — Un uomo di 36 anni, residente a Colle di Val d’Elsa, è stato denunciato dagli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Volterra per il reato di ricettazione, previsto e punito dall’articolo 648 del Codice Penale, per essersi impossessato ed aver utilizzato un telefono cellulare provento di furto.
Il reato risale ai primi giorni del mese di dicembre 2013, quando una giovane studentessa volterrana si trovava a bordo di un pullman di linea sulla tratta Siena-Colle Val d’Elsa. La ragazza, giunta al capolinea e dovendo fare una telefonata, si accorse che il proprio telefono cellulare non era più nella borsa. Dopo inutili ricerche, la studentessa  prese atto di essere stata derubata e si recò al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Volterra per sporgere denuncia.
Gli accertamenti della Polizia di Stato di Volterra hanno pemesso poco dopo di appurare che nello smartphone era stata inserita un’altra scheda sim con la quale l’apparecchio veniva regolarmente adoperato; da qui sonmo state condotte  minuziose indagini per risalire all’identità dell’utilizzatore confrontando ed incrociando i numeri IMEI, IMSI e ICCID sia dello smartphone che di alcune sim-card interessate.
Dopo meticolosi accertamenti tecnici, in questo mese di febbraio il personale del Commissariato ha eseguito tutta una serie di perquisizioni nei confronti di alcuni sospettati, riuscendo a recuperare il telefonino rubato all’interno dell’abitazione del 36enne, di origine campana.
Lo smartphone è stato quindi restituito alla legittima proprietaria, mentre l’uomo rischia adesso la reclusione da due ad otto anni ed una multa da euro 516 a euro 10.329.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, giovedì 26 Maggio, leggero aumento di nuovi contagiati. Più casi anche in Provincia di Pisa e oltre 11mila tamponi effettuati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità