Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:15 METEO:VOLTERRA10°18°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Juventus-Inter, i telecronisti inglesi ridono per il rigore su Cuadrado

Attualità sabato 02 maggio 2020 ore 12:36

Sos Volterra contro la "rifunzionalizzazione"

L'annunciata attivazione delle cure intermedia all'ospedale Santa Maria Maddalena non convince l'associazione, che pone numerosi quesiti alla Ausl



VOLTERRA — Mentre l'Azienda Usl toscana nord ovest parla di "Rivoluzione nella sanità della Valdicecina" attraverso la "rifunzionalizzazione" dell'ospedale Santa Maria Maddalena (Arrivano cure intermedie e chirurgia programmata), dall'associazione Sos Volterra scuotono la testa e sollevano parecchi dubbi sul piano annunciato.

"Le nostre domande di fondo restano le stesse - scrivono da Sos Volterra -. E le nostre rivendicazioni pure. Non un millimetro in meno rispetto a quello che c'è oggi nell'Ospedale".

Riguardo a quanto annunciato nei giorni scorsi dalla Ausl, l'associazione segnala che non è stata fatta menzione delle terapie intensive "su cui non si è mancato di fare passerelle in TV", così come per le urgenze, per il mantenimento del livello di complessità degli interventi chirurgici e ortopedici, per il recupero delle risorse mediche "perse per strada in questi mesi".

Dall'associazione lamentano anche il mancato confronto con la cittadinanza e chiedono se le organizzazioni sindacali siano state messe al corrente del piano e se sia stato fatto uno studio di fattibilità.

"I cinquantaquattro posti letto non si toccano - concludono da Sos Volterra - e non sono permessi neanche giochi di prestigio, con "armi di distrazione di massa" come l'apertura di cure intermedie (posti non ospedalieri) dentro l'Ospedale, in concorrenza con l'offerta che potrebbe essere erogata dall'azienda Pubblica Servizi alla Persona Santa Chiara, magari "rifunzionalizzando" (così utilizziamo il neologismo appena coniato per l'Ospedale) la vecchia scuola elementare, aprendo là venti posti letto in più di cure intermedie, senza destabilizzare il presidio ospedaliero, declassando intere aree attualmente adibite a degenza".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Quattro nuovi casi in Valdicecina nelle ultime ore, dove la percentuale di vaccinati ha superato la soglia del trenta per cento
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Cronaca