QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°28° 
Domani 15°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 19 settembre 2019

Cronaca domenica 12 luglio 2015 ore 15:43

Tentato furto di macchine agricole: 3 denunciati

I ladri lituani incastrati dalle telecamere dell'azienda e da una testimone che si era segnata la targa di un'auto sospetta



MONTESCUDAIO — A conclusione attività d’indagine i Carabinieri del NORM della Compagnia di Volterra hanno scoperto gli autori del tentato furto, avvenuto lo scorso mese di maggio, presso la ditta Matteoli di Montescudaio

La mattina del 22 maggio un operaio della ditta che vende macchinari agricoli, nota in tutta la Val di Cecina, arrivato a lavoro aveva trovato un furgone con targa straniera parcheggiato sul retro, con un trattorino taglia erba caricato sopra, la recinzione perimetrale tagliata ed altri 5 trattorini taglia erba marca John Deere, del valore complessivo di 30mila euro circa, accantonati lì vicino e pronti per essere caricati sul mezzo. 

Immediatamente il lavoratore aveva contattato i Carabinieri che giunti sul posto tramite l’impianto di videosorveglianza interno avevano scoperto che che tre uomini si erano introdotti all’interno dell’azienda la notte all'una e trenta e dopo aver tagliato la rete di recinzione avevano iniziato a caricare i trattorini sul mezzo. Durante le operazioni, dopo circa un’ora, si erano interrotti, poiché in zona era transitata una macchina dei Carabinieri che procedeva sulla SP 29 ignara della presenza dei malviventi. Ma i tre, temendo di essere stati scoperti, si erano dati ad una precipitosa fuga a bordo di una berlina grigia, abbandonando il mezzo usato per caricare i trattori, un furgone Renault Master. 

Grazie alla targa del furgoncino i militari sono riusciti a risalire al proprietario, un trentenne lituano senza fissa dimora con numerosi precedenti per furto. Rimaneva da capire chi fossero i due complici pertanto i militari hanno iniziato ad effettuare una paziente e capillare opera di acquisizione informazioni finché hanno trovato una testimone che poche ore prima del furto aveva notato ferma vicino alla ditta una Volkswagen Passat di colore grigio con targa straniera con degli uomini a bordo. 

La donna sagacemente aveva annotato il numero di targa dell’auto e lo ha riferito ai militari che sono risaliti al proprietario, altro pregiudicato trentenne lituano. 

I carabinieri, anche grazie ad una serie di controlli effettuati tramite la Banca dati FFPP, hanno scoperto che questo ed altro connazionale si frequentavano assiduamente con il proprietario del furgone. Pertanto, acquisite le foto dei soggetti venivano mostrate alla testimone che li riconosceva

Sulla scorta di tali chiari indizi di colpevolezza i tre uomini, tutti trentenni lituani senza fissa dimora con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, venivano deferiti all’A.G. in stato di libertà per il reato di tentato furto aggravato in concorso.



Tag

Camera nega gli arresti per il deputato FI Sozzani, franchi tiratori nella nuova maggioranza

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità