QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 11°14° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 16 dicembre 2019

Attualità martedì 27 giugno 2017 ore 16:00

Giro della Toscana, Peccioli, Pontedera e Volterra

Da sinistra Baruffa, Millozzi, Macelloni e Di Sandro

La seconda edizione della tre giorni di ciclismo si disputa il 26, 27 e 28 settembre. Macelloni: "I nostri territori al centro di un'idea"



PECCIOLI — Tre gare per il Giro della Toscana che si disputano martedì 26, mercoledì 27 e giovedì 28 settembre. L'ultima è la celebre coppa Sabatini.

La seconda edizione del Giro della Toscana è stata presentata questa mattina nel palazzo pretorio a Peccioli, alla presenza di Renzo Macelloni, sindaco pecciolese, di Simone Millozzi (Pontedera) e dell'assessore Gianni Baruffa di Volterra.

Sono infatti Peccioli, Pontedera e Volterra le tre amministrazioni che coordinano e organizzano questo evento.

"Le nostre strade si prestano al ciclismo - ha spiegato Macelloni - siamo depositari di uno dei pezzi più autentici della Toscana.L'anno scorso c'è stato il primo Giro della Toscana intitolato ad Alfredo Martini. Dodici mesi fa l'asse Peccioli Pontedera ha organizzato l'evento". Da quest'anno si aggiunge anche Volterra: "Abbiamo deciso con Millozzi e Buselli (sindaco volterrano) di mettere i nostri territori al centro, un'idea comune di integrazione". 

"Il nostro territorio - ha detto Macelloni - è molto articolato. Per questo Giro abbiamo un ritorno pubblicitario importante, le gare andranno sulla Rai. Il ciclismo ci può aiutare per promuovere il nostro territorio". 

"Abbiamo imparato da tempo a organizzare eventi sportivi di rilievo - ha aggiunto Millozzi - come la tappa del giro d'Italia a Pontedera nel 2006, la crono. A quel tempo ero assessore allo sport".

"Tutto questo non sarebbe possibile però - ha sottolineato il primo cittadino pontederese - se non avessimo alle spalle società sportive e appassionati".

L'obiettivo dei tre Comuni è integrare e far collaborare i territori non solo grazie agli eventi sportivi. Millozzi ha fatto anche un accenno alla riorganizzazione sanitaria: "Proviamo a ragionare in un'ottica sanitaria di unità - ha detto - al di là del colore politico. Questo Giro della Toscana auspico che possa mettere in campo anche un ragionamento più ampio".

"Credo sia una grande opportunità per il territorio - ha fatto eco Baruffa - sarà una bella boccata di ossigeno per le nostre strutture. Penso sia il primo evento di grande spessore organizzato insieme da queste tre amministrazioni. Per quanto riguarda l'aspetto sanitario c'è ancora da trovare la quadra di questo discorso complesso e importante"

Luca Di Sandro, presidente unione ciclistica Pecciolese ha rimarcato l'importanza del progetto e anche della Coppa Sabatini, storica classica settembrina che ha visto fior fiori di campioni affermarsi sul traguardo di Peccioli.

Le planimetrie delle tappe e altri dettagli tecnici verranno resi noti all'inizio di settembre.



Tag

Cosa vedeva Santori dal palco e le proposte delle sardine

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica