Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:17 METEO:VOLTERRA6°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 06 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, la lezione di Burioni: «Il vaccino ha salvato 500 mila vite in Europa. Vogliatevi bene e vaccinatevi»

Spettacoli venerdì 06 novembre 2015 ore 16:30

Aniello Arena recita da solo

In tournée il nuovo spettacolo, costruito con gli spettatori, dell'attore che è stato anche protagonista del film di Matteo Garrone 'Reality'



VOLTERRA — Quest'estate sono state solo due le occasioni, entrambe nella programmazione del Festival VolterraTeatro, per vedere in scena Aniello Arena con il nuovo spettacolo "A-Solo. Studi di assenza in pubblico", con la regia di Armando Punzo, e i sold out registrati sono stati di buon auspicio.
Tanto il Teatro di Larderel di Pomarance, dove lo spettacolo ha debuttato in prima nazionale lo scorso 21 luglio, e la chiesa sotterranea del carcere di Volterra il giorno successivo, erano pieni all'inverosimile per il battesimo del fuoco del primo spettacolo da 'solista' dell'attore della Compagnia della Fortezza. Un lavoro la cui realizzazione è stata lunga, meticolosa, sofferta, e che ora si appresta ad affrontare una tournée: questo mese lo spettacolo sarà presentato a Reggio Calabria nello storico Teatro Comunale Cilea nell'ambito del Festival Horcynus (13 novembre), poi a Bologna ospite del Teatro dell'Argine (28 novembre) e ancora a Parma nel Teatrino Tosi (29 novembre), prime date a cui se ne aggiungeranno altre nelle prossime settimane.

Dopo quasi quindici anni di successi con la Compagnia della Fortezza, dopo un ruolo da protagonista in un film di Matteo Garrone, Gran Prix a Cannes 2012, dopo un Nastro d’argento come miglior attore italiano 2013 e una candidatura, nello stesso anno, ai David di Donatello, come miglior attore, dopo un libro biografico edito da Rizzoli, Aniello Arena si cimenta in un a solo. 

Se da un lato Arena è solo sul paco, dall'altro è stato circondato da molte, moltissime persone che hanno lavorato con lui per dare forma a questo spettacolo. Il regista Armando Punzo, infatti, ha chiesto che ad accompagnare l’attore nel percorso di composizione drammaturgica fossero gli spettatori stessi, in un esperimento di creazione artistica condivisa. Così sono nati due gruppi di cittadini di Pomarance e Volterra i quali hanno partecipato assiduamente ad una serie di appuntamenti-prove in cui sono divenuti interlocutori diretti del regista e dell’attore, protagonisti attivi della formazione di pensieri e testi, nonché testimoni privilegiati della magia della nascita di un nuovo spettacolo teatrale. 

Allo stesso modo di come è nato sui palcoscenici di Volterra e Pomarance, lo spettacolo vede l'artista confrontarsi di volta in volta con il pubblico in sala, chiamato a intervenire, a istituire con l'attore. Arena ricostruisce così sulla scena una storia senza aneddoti e senza cronologia, in cui ripercorre per suggestioni la sua biografia riscritta, le sue maschere, le sue metamorfosi, le figure ormai storiche a cui ha dato vita negli anni nel percorso artistico ed umano con la Compagnia della Fortezza di Volterra.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
​I nuovi contagiati dal coronavirus risiedono in gran parte nella zona del capoluogo ma ci sono casi anche in Valdera e nel comprensorio del Cuoio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità