Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:55 METEO:VOLTERRA19°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 18 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Morto Franco Battiato. L'intervista del 2018: «Milano con la nebbia, mi piacque molto: cantavo per scherzo dei madrigali barocchi. Fu Gaber che mi disse di chiamarmi Franco»

Attualità venerdì 20 marzo 2020 ore 11:41

Santa Chiara, visite agli anziani in videochiamata

L'Asp ospita circa settanta persone che non possono ricevere le visite dei parenti e neppure svolgere attività di gruppo. Così si ricorre a Whatsapp



VOLTERRA — "Quello delle case di riposo è comunemente considerato - a torto - un mondo marginale - scrivono e raccontano dalla Asp Santa Chiara -, spesso dimenticato, riportato all’attenzione solo per mettere in evidenza i disagi e in questi tempi difficili il contagio da Coronavirus registrato in alcune residenze per anziani del Nord Italia, con effetti talvolta devastanti.

A Santa Chiara si cerca di far fronte con tutti i mezzi disponibili all’isolamento in cui sono costretti gli oltre 70 anziani in questo periodo a causa delle seppur necessarie disposizioni regionali e nazionali. Gli operatori stanno danno il massimo pur tra le difficoltà e le carenze ben conosciute, e una mano può arrivare anche dalla tecnologia.

Non sono infatti più praticabili la classica tombolata o la ginnastica di gruppo (fisioanimazione) o i Pranzi di Babette, in quanto in troppi si verrebbero a trovare a distanza ravvicinata contravvenendo quindi prime e più elementari disposizioni, o più semplicemente si dovrà fare a meno anche di una chiacchierata con parenti e amici in quanto la struttura dall’8 marzo è completamente chiusa ai visitatori.

E allora diamo spazio alla tecnologia. Videochiamate, foto e telefonate su whatsapp sono un modo efficace per mettere in qualche modo gli anziani in condizioni di mantenere i rapporti con l’esterno. Gli operatori e il servizio educativo-animativo in particolare hanno ormai ampiamente collaudato questo sistema di comunicazione. I familiari sorridono, magari anche un po’ si commuovono e ringraziano nel vedere i propri congiunti in foto o anche sentirli in videochiamata.

Chissà se in un prossimo futuro avremo degli anziani “tecnologici”. Comunque è un modo anche questo per far fronte ad un momento difficile la cui durata ad oggi non si può prevedere, cercando di dare un tocco di umanità in più all’assistenza e confidando in tempi migliori".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono iniziati i lavori per il ripristino del manto stradale in Piazza Papa Giovanni XXIII, scattato il divieto di sosta con rimozione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità