comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:37 METEO:VOLTERRA12°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 23 novembre 2020
corriere tv
Genovese, la 18enne vittima degli abusi: «Ho subito una violenza sessuale da più persone...una era sicuramente Genovese»

Politica mercoledì 18 dicembre 2019 ore 08:48

"Discutiamo con Solvay ma anche con la Regione"

Il Comitato per la difesa della Val di Cecina ringrazia per la richiesta di sospensiva su Buriano ma invita il Comune a più incisività e trasparenza



VOLTERRA — Il Comitato per la difesa della Val di Cecina ha concluso il giro di incontri con tutte le forze politiche volterrane iniziato durante la scorsa campagna elettorale. Tema delle varie discussioni sono stati i recenti sviluppi dei piani Solvay per la Val di Cecina

"In questi incontri - riferiscono dal Comitato - abbiamo registrato un'unità di intenti da parte di maggioranza e opposizioni nel voler affrontare la tematica in un modo più critico di quanto fatto in passato e una disponibilità da parte delle opposizioni a chiedere un consiglio comunale aperto dove discutere e informare la popolazione dei recenti sviluppi e di possibili prospettive future. Alla luce dei recenti atti dell'Amministrazione Comunale di Volterra, che ha richiesto una sospensiva del progetto di nuova coltivazione presentato da Solvay che amplia lo sfruttamento delle concessioni di Buriano, e anche a seguito dell'annuncio da parte dell'Amministrazione stessa, di una trattativa diretta con Solvay, volta a mitigare gli impatti della multinazionale sul territorio, ci chiediamo se non sia giunto il momento di rendere noti i termini di questa trattativa e di fare il punto della situazione convocando un consiglio comunale aperto". 

Dal Comitato per la difesa della Val di Cecina si chiede dunque al Comune una maggiore trasparenza sulle trattative in corso, con il coinvolgimento della cittadinanza. Altra richiesta, un'azione a più ampio raggio:

"Ci auguriamo - scrivono dal Comitato - che un'azione più decisa venga portata avanti prima e piuttosto che con la Solvay con l'Amministrazione Regionale che è la responsabile delle condizioni alle quali la multinazionale agisce in Val di Cecina. Continuiamo infatti ad essere di fronte ad uno sfruttamento selvaggio del territorio e delle sue risorse (acqua e salgemma) quindi consideriamo positivamente che l'Amministrazione di Volterra abbia iniziato un percorso che potrebbe però essere a nostro parere più efficace se concertato con le altre Amministrazioni della Val di Cecina". 

"Visto che è stato ricreato l'Osservatorio Economico della Val di Cecina - concludono - auspichiamo che la questione venga dibattuta anche in questa sede proponendo soluzioni di territorio condivise che avrebbero sicuramente un peso maggiore a livello regionale. Consapevoli del fatto che le decisioni prese in questo frangente avranno effetti di lunghissima durata sulla nostra valle dal punto di vista ambientale e socio-economico e sperando che l'Amministrazione locale riesca a smarcarsi dai diktat della multinazionale e di una politica fuorviante da parte della Regione, pretendiamo posizioni chiare e un leale spirito di confronto".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Politica