QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 13° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 09 dicembre 2019

Attualità venerdì 28 giugno 2019 ore 17:00

Entrata in Terre di Pisa non convince opposizione

La lista civica Per Volterra: "Scelta che la dice lunga sulla lungimiranza di questa novizia amministrazione". Frecciata alla neo assessore Luti



VOLTERRA — Questo l'intervento del Gruppo consigliare Per Volterra, il cui capogruppo è l'ex candidata sindaco Roberta Benini.

"Mettere tra le prime priorità del Comune di Volterra l'entrata in "Terre di Pisa" la dice lunga sulla lungimiranza di questa novizia amministrazione. 

Sbandierata solo pochi giorni fa dall'assessore al turismo Viola Luti (che doveva essere candidata sindaco al posto di Benini proprio in Per Volterra, ndr), ex collaboratrice della camera di commercio di Pisa, la giunta non ha messo tempo in mezzo ed ha deliberato che il Comune deve entrare nel "prodotto della Camera di Commercio di Pisa". 

Ma in sostanza che cosa porterà in più questo progetto a Volterra rispetto a ieri? In effetti niente di diverso o di ulteriore. Semplicemente perché il Consorzio Turistico, di cui il Comune di Volterra é parte, era già presente in Terre di Pisa. 

Quindi l'organo che gestisce la promozione turistica del territorio già partecipava a convegni, workshop e fiere. Ne é prova il fatto che Volterra ed il suo territorio già lo scorso anno hanno partecipato ad eventi. Non solo: alcune aziende e associazioni volterrane ne fanno parte portando il nome di Volterra in giro anche in questo contesto e usufruendo, loro sì, di un'opportunità di visione. Questa delibera quindi appare un atto che, seppur lecito, è solo una scelta prettamente politica ed un ticket simbolico della neo Assessore.

Dobbiamo infatti considerare che inserire il Comune in Terre di Pisa, non vuol dire inserirci automaticamente anche le aziende del territorio, che se vorranno aderirvi dovranno comunque partecipare e far parte del protocollo a prescindere da quello che fanno le istituzioni. Inoltre, è soprattutto, così come è stato fino ad oggi le aziende potranno aderirvi indipendentemente dalla presenza del Comune. 

Insomma, non cambierà niente.Inoltre sorgono dubbi sulla scelta anche se leggiamo questa decisione dell'amministrazione comunale di Volterra in relazione alla delibera appena approvata dalla Regione Toscana in tema di standard minimi per la realizzazione di prodotti turistici. In merito a questo l'assessore regionale Ciuoffo testualmente scrive: "la realizzazione del prodotto turistico omogeneo, uno degli elementi chiave della nuova legge regionale sul turismo che permetterà di strutturare l'insieme dei beni e servizi di un territorio che ne compongono l'offerta tipica, così da intercettare la domanda turistica di specifici segmenti per far emergere il gioco di squadra tra territori accomunati da un elemento attrattivo comune, sia esso geografico o di altro tipo, e creare un'offerta turistica univoca da comunicare e gestire". Parla quindi di territori accomunati da un elemento attrattivo comune che possa essere offerto unitariamente. 

Anche sotto questa luce evidenziamo che le caratteristiche del nostro Comune si differenziano sostanzialmente da quelle di altre città come Bientina o Pontedera, che hanno aderito a Terre di Pisa. Inoltre non ci sembra la scelta ottimale quella di scegliere promozioni in siti parziali e territoriali che offrono proposte fotocopia a tanti altri. La scelta della Regione e di Toscana Promozione spinge ad usare il portale Visit Tuscany (vero contenitore di eventi e non solo) che ha una platea di oltre 6 milioni di utenti unici l'anno, costituendo un contenitore dove la Toscana è rappresentata tutta così da offrire la possibilità ai turisti di conoscere i vari ambiti e rimanere anche un giorno in più. Queste secondo noi sono scelte lungimiranti, ma evidentemente non corrispondono a quelle messe in atto dall'attuale giunta. Sinceramente, considerato anche le uscite dell'assessore alle Culture Danti che parla di turismo di qualità, pensavamo che le priorità per Volterra fossero altre. Ma a 30 giorni dalla vittoria del PD ancora per Volterra non si muove niente".



Tag

Segre e Mattarella alla Prima della Scala di Milano

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Cronaca