comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20°30° 
Domani 19°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 11 luglio 2020
corriere tv
Francesco Bellomo, magistrato destituito perché pretendeva minigonna per le allieve, fa ancora lezione tra le proteste degli allievi che gli gridano «vergogna»

Politica giovedì 23 aprile 2020 ore 16:01

I giovani chiedono maggiore coesione politica

I Giovani Democratici Alta Val di Cecina chiedono che, in un momento di difficoltà, Volterra possa ritrovare la coesione politica che serve



VOLTERRA — "Unità e coesione sociale sono indispensabili in questa condizione". Lo ha detto Sergio Mattarella nel suo messaggio agli italiani, "Ho auspicato - e continuo a farlo - che queste risposte ai dubbi che lacerano le persone sull’incertezza sul proprio futuro, possano essere il frutto di un impegno comune, fra tutti: soggetti politici, di maggioranza e di opposizione, soggetti sociali, governi dei territori".

"Questo è il messaggio del Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, e noi - dicono i Gd Alta Val di Cecina - vogliamo leggerlo di nuovo insieme a voi, per capire come migliorare la nostra vita politica cittadina".

"Sempre più spesso ogni giorno vediamo articoli e vari post sui social che riteniamo vadano in contrasto con la necessità di collaborazione politica, che aumentano l’esasperazione e il malumore delle persone, quando ci sarebbe bisogno di coesione e di placare gli allarmismi inutili che vanno a crearsi. Volterra in questo momento si meriterebbe un’opposizione non ancora impegnata a fare campagna politica o a screditare quello che l’amministrazione fa ogni giorno per i suoi cittadini."

"L’appello viene da parte di noi giovani perché sicuramente saremo quelli che pagheranno di più le conseguenze di questa crisi da emergenza sanitaria, per questo vorremmo che nessuno si approfitti della situazione per raccogliere qualche consenso in più, ma anzi che i cittadini e le forze politiche lavorino insieme per studiare il miglior modo di operare e di stare accanto a chi ne ha bisogno, senza per forza strumentalizzare il proprio pensiero o il proprio lavoro".

"Il tempo per le campagne politiche sarà un altro", dicono ancora i Giovani Dem, "Ad ora c’è bisogno di lavorare e collaborare, per affrontare una emergenza senza precedenti, con protocolli inesistenti e situazioni da risolvere giorno dopo giorno. Purtroppo il divario tra comunicazione e azione è sempre più ampio, non si resiste la tentazione di far partire campagne social cercando di attirare attenzioni non necessarie. Per fortuna la nostra generazione ha già vissuto questi momenti sui Social, ne conosce le regole da tempo e da molto ha imparato ad utilizzarli per lo più come metodo di connessione solidale e positiva. Non chiediamo tanto: non usiamo aggressività, negatività, di gruppi che sembrano apartitici comandati da singole persone politicizzate, di fake-news o di politicizzazione di tragedie sanitarie. Ora è il momento di azioni concrete e di vicinanza ai più colpiti.

Crediamo in un futuro digitale, ma non digitalizzato, crediamo che la digitalizzazione sia uno strumento di connessione e di supporto, ma che le relazioni sono e devono restare umane, e chiediamo che le azioni rimangano concrete e che il lavoro sia, soprattutto in momenti di pandemia globale, unito verso la risoluzione.

Crediamo che in questi momenti più che mai la politica sia fatta di atti concreti, non ci interessano le battaglie social: vogliamo stare in pace con le nostre famiglie, tranquillizzare i nostri genitori vittima delle trappole mediatiche che sappiamo creare agitazione e nervosismo. Vogliamo sorridere e sperare che questo futuro non ci sia negato e che si possa ripartire insieme davvero, senza lasciare indietro nessuno".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità