Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA22°35°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 18 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, la ruota panoramica di Piombino in mezzo alla furia del vento: volano via le cabine

Attualità giovedì 25 febbraio 2016 ore 19:38

I pregi del carcere

Oggi la visita del garante dei detenuti Corleone che ha definito la struttura volterrana un modello da seguire, per varie ragioni



VOLTERRA — Il carcere volterranno come modello, sia per l'ubicazione che per il modello correttivo attuato. Questo il pensiero del garante dei detenuti della Toscana Franco Corleone che ha visitato oggi la casa di reclusione situata nel Maschio della Fortezza.

Corleone ha aggiunto che quello di Volterra è un carcere risocializzante dove vengono detenuti soggetti con lunghe pene da scontare.

Nel carcere non c'è sovraffollamento e il garante ha ipotizzato che, volendo, potrebbero anche essere ospitati venti detenuti in più.

All'interno per adesso ce ne sono 146 di cui 19 ergastolani, 28 con una pena superiore ai 24 anni, e 40 tra quelli che hanno permessi regolari e chi si alterna tra lavoro fuori e notti in carcere. Gli stranieri sono 46.

Le attività definite da Corleone risocializzanti sono gli spettacoli della compagnia del Teatro della Fortezza, l'organizzazione delle cene galeotte e la possibilità di frequentare la scuola polivalente.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le nuove positività, emerse in 4 comuni del territorio, rientrano tra le 225 accertate tra ieri e oggi in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità