Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:VOLTERRA17°31°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 01 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Boris Johnson si spaventa al saluto di Erdogan e gli sposta la mano

Attualità venerdì 11 dicembre 2015 ore 14:00

A cena in carcere con la cuoca stellata

Tutto pronto per il nuovo attesissimo ciclo delle Cene Galeotte: apre l'edizione numero 10 la Stella Michelin Silvia Baracchi da Cortona



VOLTERRA —

Venerdì 18 dicembre, dalle ore 19,30 spegne le sue prime dieci candeline una delle iniziative benefiche più conosciute e attese a livello nazionale: a “bagnare” la prima Cena Galeotta al carcere di Volterra la Stella Michelin Silvia Baracchi.

Sarà un esordio da veri gourmet che nell'ormai classica cena natalizia vedrà impegnata ai fornelli Baracchi, proprietaria e chef del RELAIS & CHATEAUX IL FALCONIERE di Cortona (AR), hotel e ristorante con una Stella Michelin. 

Nata a Perugia e cresciuta a Cortona, dalla famiglia di ristoratori Silvia ha ereditato la passione per questo lavoro,coltivata attraverso numerose esperienze con chef di fama internazionale che le hanno permesso di sviluppare la “sua” idea cucina, dalle radici orgogliosamente cortonesi, e di portarla in giro per il mondo. Del 1989 è l'apertura de Il Falconiere, locale ormai da anni punto fermo nel panorama ristorativo toscano, dove una proposta gastronomica attenta e in continua evoluzione e la cura per i dettagli hanno portato dal 2002 l'ambitissima Stella Michelin.

La Cena Galeotta, realizzata con l'indispensabile supporto dei detenuti, sarà accompagnata dai vini offerti dalla CANTINA BARACCHI di Cortona, altro prestigioso ed affermatissimo ramo di attività della famiglia Baracchi.

Il ricavato della serata (35 euro a persona) sarà interamente devoluto all'Emporio della Solidarietà della Caritas Diocesana di Prato

Come da tradizione venerdì la Casa di Reclusione aprirà alle ore 19,30 le porte per l'aperitivo: a seguire la cena (ore 20,30), nella vecchia cappella dell'Istituto trasformata per l'occasione in sala ristorante.

Le Cene Galeotte sono possibili grazie all’intervento di Unicoop Firenze, che oltre a fornire le materie prime necessarie alla realizzazione dei piatti assume i detenuti retribuendoli regolarmente. Il progetto è realizzato con la collaborazione del Ministero della Giustizia, la direzione della Casa di Reclusione di Volterra, la supervisione artistica del giornalista Leonardo Romanelli e il supporto di Studio Umami. Ruolo fondamentale ha anche la Fisar-Delegazione Storica di Volterra, partner storico del progetto.

Per prenotazioni:Agenzie Toscana Turismo, ARGONAUTA VIAGGI (gruppo ROBINTUR), Tel. 055.2345040


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo va in arresto cardiaco in centro ma entra in azione il defibrillatore: trasportato da Pegaso a Cisanello cosciente e in codice giallo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità