comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:40 METEO:VOLTERRA-0°9°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 26 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte si dimette, da sconosciuto a premier: il blob dei suoi 30 mesi a Palazzo Chigi

Attualità giovedì 05 novembre 2020 ore 12:06

"Il nostro ospedale svolge la sua funzione"

Emergenza Covid, Santi difende il presidio e annuncia l'arrivo di un nuovo chirurgo: "Stiamo anche lavorando per potenziare il pronto soccorso"



VOLTERRA — Il sindaco Giacomo Santi è intervenuto in difesa dell'ospedale di Volterra che, secondo il primo cittadino, continua ad avere un ruolo importante in questa seconda ondata di coronavirus.

Santi ha spiegato che l'ospedale sta curando le persone non affette da Covid-19.

"Mentre si continua a indebolire l’ospedale di Volterra - ha detto il primo cittadino - con quotidiani articoli e attacchi, tutti senza alcuna sorta di verifica sul merito di quanto si dice, il comunicato stampa della Direttrice Generale del 3 novembre conferma quanto abbiamo sempre detto: l’ospedale di Volterra svolge la sua funzione, a pieno titolo nella rete degli ospedali dell'Asl Toscana nord ovest, impegnandosi nella cura delle persone non affette da Covid-19, ma comunque bisognose di diagnosi, di ricovero, di terapie e di interventi chirurgici, così come stabilito dalla recente ordinanza del Presidente Giani, che impegna il SSR a non tralasciare la necessaria assistenza ai pazienti ordinari".

Santi ha ripreso: "In questo senso si devono potenziare tutte quelle attività che possono essere di supporto al sistema ospedaliero toscano. Proprio in questi giorni sono iniziati degli interventi svolti dall’otorino di Pontedera anche con operazioni che solitamente venivano svolte in altre sedi. Questo tipo di intervento non si affrontava nel nostro ospedale dal 1995. Sempre nei prossimi giorni arriverà un chirurgo specializzato in interventi alle mammelle. In controtendenza a quello che viene solitamente detto siamo consapevoli delle carenze organiche in alcuni ambiti specialistici. Questa carenza deve essere colmata necessariamente anche da un servizio di rete, proprio come sta succedendo in questo periodo".

Santi ha chiarito un'altra questione: "Per quanto riguarda invece la strumentalizzazione inerente ai dirottamenti dei pazienti verso l’ospedale di Cecina, abbiamo già risposto ad una interrogazione dai contenuti similari in Consiglio Comunale basandoci anche sulle interlocuzioni che abbiamo avuto con la centrale 118 e il responsabile del pronto soccorso di Volterra. I pazienti che vengono indirizzati verso altri ospedali sono quelli che hanno una sintomatologia riconducibile al virus Covid-19"

Sul pronto soccorso: "Stiamo lavorando per potenziare il pronto soccorso di Volterra per far si che possa diventare un punto di riferimento per tutte le patologie tempo dipendenti. Fra questi potenziamenti, senz’altro c’è la volontà di attrezzare il pronto soccorso per far sì che vi possa essere effettuata la fibrinolisi, cioè un processo che mira a intervenire sui processi di coagulo del sangue, causa di ictus e patologie similari".



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cultura