Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:24 METEO:VOLTERRA20°35°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 17 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Addio a Piero Angela, il figlio Alberto: «È stato come vivere con Leonardo da Vinci»

Attualità giovedì 04 febbraio 2016 ore 11:30

La cena in galera piace ai giovani

Un momento durante la preparazione della cena

Grande entusiamo per la partecipazione alla cena di gala organizzata nel carcere volterrano con i detenuti e i ragazzi dell'alberghiero



VOLTERRA — La cena organizzata nel Carcere di Volterra da Mondo Nuovo, con l’istituto Alberghiero e la Casa di Reclusione,  ha avuto un successo che è andato oltre ogni aspettativa degli organizzatori. A dichiararlo sono gli stessi protagonisti dell'evento, che ha visto ai tavoli detenuti e studenti in una sala gremita: "Soprattutto giovani e con una predominanza tutta volterrana" dicono i membri dell'associazione Mondo Nuovo.

"I ragazzi di Mondo Nuovo si sono perfettamente inseriti e integrati in un contesto difficile come poteva essere quello del carcere - continuano dall'associazione. - Eleganza e capacità operative hanno permesso che la cena di Gala potesse raggiungere livelli altissimi. Quello che di straordinario è accaduto sta proprio nell’interagire di quattro realtà completamente diverse tra di loro come i cuochi che lavoravano nella cucina, gli studenti dell’alberghiero , i detenuti delle Cene Galeotte e i ragazzi di Mondo Nuovo".

"Ciò che ha colpito immediatamente - raccontano i membri dell'associazione - è che ogni detenuto ha preso in carico uno dei nostri ragazzi, e con lui ha iniziato in perfetta simbiosi un lavoro, come il servizio al tavolo, che poteva essere altrimenti molto difficile. L’attenzione, la pazienza e l’amore hanno permesso la perfetta riuscita di questo esperimento probabilmente unico nel suo genere".

"I piatti preparati nelle cucine del carcere sono stati elaborati con grande capacità e rispettoso senso della tradizione volterrana da cuochi non professionisti , ma signore e signori che da mangiare lo fanno quotidianamente nelle loro case. Questa preziosa esperienza si è perfettamente coniugata con gli studenti e i docenti dell’Alberghiero che hanno immediatamente capito quanto sia alto il valore della tradizione".

Fra le autorità presentic'erano il sindaco di Volterra Marco Buselli, il presidente della sezione soci Coop di Volterra Giovanni Furiesi, il professor Alessandro Togoli in rappresentanza dell’istituto tecnico Niccolini, il presidente dell’associazione Mondo Nuovo Fabio Iozzi e il commissario della Casa di Reclusione, la dottoressa Morgana Fantozzi.

Secondo Marusca Ricciardi, coordinatrice dell’evento, dalla cena è scaturito "Un senso di importante appartenenza a una comunità che si fa carico di tutte le sue componenti senza esclusione alcuna, proprio perché Volterra da sempre è inclusiva".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
223 le nuove positività al virus accertate in Toscana. Dal bollettino regionale i dati comune per comune aggiornati alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità