Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA19°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scherma, Di Francisca: «Errigo emotiva». Velasco: «Dichiarazioni disgustose»

Attualità lunedì 13 agosto 2018 ore 13:25

La differenziata cresce come la Tari, ecco perché

I rifiuti inviati al riciclaggio hanno toccato quota 72,83 per cento ma per l'assessore Fidi i cittadini possono fare di più e meglio



VOLTERRA — La raccolta differenziata comincia a dare buoni risultati, attestandosi al 72,83 per cento, grazie anche all'introduzione della raccolta porta a porta. Un risultato lusinghiero per l'assessore all'ambiente Massimo Fidi che però, commentando i dati, chiede ai cittadini uno sforzo ulteriore, affinché sia effettuata una corretta differenziazione e sia scongiurato un ulteriore aumento della Tari.

"A luglio 2016 siamo partiti con il nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta - queste le parole di Fidi -, che nel prossimo futuro vedrà una ulteriore evoluzione. La situazione e i dati raggiunti fino a quel momento non erano all'altezza delle aspettative e degli obiettivi. In sintesi, siamo partiti da un 37,8% di fine 2015, ma con punte ancora più basse, e ce lo siamo trascinato fino a metà 2016. Dopo l'inizio della raccolta differenziata siamo arrivati al 53,82% a fine anno. All'inizio dell'anno 2017 abbiamo fatto alcune modifiche alla raccolta e siamo arrivati a dicembre ad un 72%. Aumentare anche solo di un punto percentuale è molto difficile, da un certo punto in poi. Eccoci al 2018. Nei primi sei mesi, nonostante alcune problematiche, abbiamo raggiunto la percentuale del 72,83%. E' vero che questo è un dato di tutto rispetto, ma non basta, dobbiamo migliorare e portare a fine anno la percentuale di differenziata al 75%, obiettivo ambizioso ma possiamo farcela". 

Da qui la richiesta di collaborazione ai cittadini: "Dobbiamo impegnarci tutti in una separazione più accurata - dice Fidi -. Nel corso di quest'anno sono stati fatti molti controlli da parte della Polizia Municipale. Il risultato è stato che sono state trovate alcune anomalie di raccolta errata che ha generato ancora troppo indifferenziato e questo è deleterio per tutti noi, perché è proprio questa voce che fa aumentare notevolmente la spesa dei rifiuti, portando con sé un aumento della Tari. Sulle tasse, a seguito di un forte abbassamento che siamo riusciti a fare per la Tari, quest'anno c'è stato un lieve ritocco, che sarebbe stato un aumento importante, se non ci fosse stata la differenziata. Ora il nostro obiettivo è rimuovere anche questo ritocco, ma per farlo ci vuole la collaborazione di tutti".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La maggior parte dei contagi si è verificata tra i giovani, 28 tra bambini e adolescenti. I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura