QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 14°17° 
Domani 14°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 26 maggio 2019

Elezioni domenica 21 aprile 2019 ore 09:05

La Lega si spacca, Innocenzi va con Moschi

Marzio Innocenzi

"Troppo personalismi" dice il medico rinunciando alla candidatura a sindaco con la Lega. In accordo col partito va con UpV assieme ad altri



VOLTERRA — Con un comunicato stampa diffuso da Lega Volterra, il dottor Marzio Innocenzi ha reso noto di aver rinunciato alla candidatura a sindaco e di convergere su Uniti per Volterra, che candida a sindaco Paolo Moschi. Per Innocenzi sono troppe e insuperabili le divisioni interne alla Lega locale. 

Una convergenza, quella di una parte della Lega verso Moschi e UpV, che ha preso sempre più vigore negli ultimi giorni fino a divenire realtà. 

"Ritiro la mia candidatura a Sindaco - questo il comunicato di Marzio Innocenzi -, ed in accordo con i Vertici della Lega, per il bene della mia città, appoggerò la lista civica volterrana alla quale darò comunque un importante contributo assieme ad altri della squadra che avevo formato.

Questa sofferta scelta, consente di poter porre fine ad una lotta interna alla Lega di Volterra, costringendo gli attori ad una scelta chiara e nel contempo, evita l’annullamento del movimento in prossimità delle elezioni. La Lega di Volterra ha tante anime, tra loro lontane, soffre di personalismi che il commissario Melchionno con il suo intenso lavoro e un impegno massiccio nonostante la lontananza dalla sua sede, ha cercato di colmare.

La mia candidatura aveva lo scopo di fare da collante soprattutto all’interno del movimento. Inizialmente accettato, ho dovuto fare i conti con i personalismi e i protagonismo di alcuni elementi.

Chiaramente questa incertezza di ruolo mi ha impedito una sostenibile campagna elettorale; le sopraggiunte richieste di unità tra i tre maggiori partiti del centrodestra, hanno aggravato la situazione, indirizzandoci verso accordi locali non accettabili.

Riconoscendo francamente la forte probabilità di un buon successo della lista, ma non sufficiente ad arginare la sinistra, abbiamo deciso di appoggiare nell’unica forza presente che avesse le nostre stesse finalità politiche quella di UPV. Uniti potremo avere la necessaria rappresentatività.

Ringrazio quanti mi hanno personalmente esternato sostegno e li invito a mantenerlo, anche se sotto altra insegna".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità