Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:45 METEO:VOLTERRA9°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 27 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccino Pfizer per i bambini di 5-11 anni. Tutti i dati su rischi e benefici

Attualità giovedì 14 aprile 2016 ore 13:00

L'assessore e l'osteria in crisi

L'ingresso dell'osteria La Pace

Gianni Baruffa risponde alle critiche di un commerciante di Porta a Selci. Il titolare dell'osteria La Pace lamenta promesse non mantenute



VOLTERRA — C'è un'osteria, nella zona di Porta a Selci, che rischia di chiudere i battenti. Così afferma il suo titolare, Giampaolo Vannini, che nei locali de La Pace ha vissuto una bella fetta di storia: l'osteria è infatti gestita dalla sua famiglia dal 1939. Oggi, sostiene Vannini in una lettera, la sua attività è gravata da 80mila euro di debiti. Una situazione difficile cui, a detta del commerciante, avrebbe contribuito la condizione di isolamento dell'area.

Anche le condizioni dei locali parcheggi, secondo Vannini, influirebbero negativamente sul turismo e dunque penalizzerebbero il commercio. Il titolare della Pace ha quindi lanciato un duro affondo all'Amministrazione di Volterra, accusandola di false promesse e mancanza d'interventi risolutivi in via Don Minzoni, quali il frazionamento della tariffa per il parcheggio della Stazione e la 14 stalli blu in viale Vittorio Veneto.

All'accusa risponde l'assessore al turismo Gianni Baruffa: "Con il collega Fedeli che ha da poco ricevuto la delega ai parcheggi stiamo collaborando e le notizie più recenti sono che è stato già ordinato il nuovo parcometro per piazza Martiri e quello che adesso è presente in piazza verrà messo in viale Veneto".

"L'anno scorso mi sono recato personalmente insieme alla collega della cultura a parlare con la famiglia Vannini - spiega Baruffa. - In quell'occasione presi l'impegno di portare le richieste avanzate in giunta. Ed è stato fatto. Fu deciso di mettere un parcometro in via Vittorio Veneto, cosa che non convinceva molto la giunta, ma chiesi quanto meno di provare per un anno e cosi fu deciso".

"Lo scorso anno fu preso un appuntamento anche con il sindaco ma gli imprenditori non si presentarono. Da qui al di là dei commenti più o meno corretti, non ho mai avuto incontri con i titolari e neanche mi sono stati richiesti. Ci sono stati solo post denigratori verso di me".

"La scorsa settimana sono stato contattato e ho invitato l'imprenditore a prendere un appuntamento anche con il sindaco Buselli per chiarire alcuni aspetti - prosegue Baruffa. - Altro non c'è. Come è chiaro a tutti, i parcheggi non sono una mia delega, ma nonostante questo ho cercato di fare il possibile e anche l'impossibile. Sono dispiaciuto della situazione che si è venuta a creare e che, nonostante sia sempre presente e disponibile, è più facile offendere e denigrare l'impegno e la disponibilità di chi ci mette la faccia quotidianamente su tutto il lavoro dell'amministrazione" conclude l’assessore.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore fotografano la situazione sul fronte epidemico nella provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica