QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°19° 
Domani 17°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 22 settembre 2018

Attualità giovedì 18 gennaio 2018 ore 11:42

Punto sanità, 1200 firme per tenerlo aperto

Pochi giorni di raccolta e già un cittadino su dieci, in media, ha firmato per far rimanere operativo il centro di via Roma. L'incontro pubblico



VOLTERRA — L'iniziativa dell'associazione Pro Volterra ha già raggiunto le 1200 firme per sensibilizzare l'Asl per la riapertura del Punto sanità di via Roma, chiuso dal 2 gennaio.

Come già spiegato in altre occasioni gli ambulatori nel centro storico sono funzionali, soprattutto per la popolazione più anziana che ora si deve recare alla Casa della salute che si trova all'interno dell'ospedale.

La proprietà degli spazi di via Roma è comunale. Intanto il sindaco Marco Buselli ha sottolineato l'importanza dell'incontro pubblico in programma martedì 23 gennaio: "L'unico obiettivo è trovare una soluzione - ha detto Buselli - avendo chiesto ai medici di segnalarmi le date in cui assolutamente non avrebbero potuto partecipare e non avendo avuto alcuna segnalazione in merito da parte loro, posso annunciare che l'incontro pubblico, cui la popolazione, gli enti e le istituzioni possono partecipare, si svolgerà in Sala del Maggior Consiglio di Palazzo dei Priori martedì 23 gennaio alle 21,15". 

"Fa piacere che anche il Pd - ha ripreso Buselli - a seguito della raccolta firme indetta dalla Pro Volterra, si sia espresso per una riapertura di Via Roma, ma forse dovrebbero parlare con uno dei capofila della stessa coalizione che ha costituito Volterra Futura, ossia proprio con il dottor Paolo Fidanzi. Nel 2014 la formazione politica fu presentata con Fidanzi segretario per l'Italia dei Valori, assieme ai segretari dei partiti della coalizione, tra cui c'era proprio Davide Bettini del Partito Democratico. Inoltre questa vicenda è stata erroneamente inquadrata come uno scontro fra Comune e medici di famiglia, ma per scontrarsi bisogna essere in due. Noi abbiamo invece aperto ufficialmente ad una revisione della bozza di contratto e ad un incontro pubblico, in cui abbiamo già invitato anche l'Asl, come voluto dai medici di famiglia. L'unico obiettivo dell'incontro è trovare una soluzione".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica