QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20°21° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 15 settembre 2019

Attualità giovedì 15 febbraio 2018 ore 13:55

Tassa di soggiorno, il Comune tira dritto

Gianni Baruffa, assessore al turismo di Volterra

Per l'assessore al turismo Baruffa non è tempo delle polemiche e invita Confcommercio a fare squadra per ottimizzare l'impiego delle nuove risorse



VOLTERRA — "Siamo disposti al dialogo e a trovare soluzioni anche azienda per azienda se ce ne fosse bisogno ma non faremo marcia indietro". A dirlo l’assessore al turismo Gianni Baruffa, ribadendo l'intenzione dell'amministrazione di intrudurre la tassa di soggiorno.

"Il tempo è maturo - ha sottolineato l'assessore - e adesso bisogna giocare di squadra tutti insieme e cercare di rendere queste entrate nuove opportunità di sviluppo turistico. La maggior parte delle città turistiche culturali hanno la tassa di soggiorno. Ricordo un dato importante: a Volterra la tassa riguarda solo i primi tre giorni di pernottamento, così da premiare chi decide di rimanere per più giorni in città. Adesso è il momento di costruire, quello delle discussioni è già passato".

L’assessore Baruffa ha poi precisato che "non ci sono ripensamenti"

"Abbiamo fatto quello che doveva essere fatto. Le associazioni di categoria erano contrarie - ha detto - ma nonostante questo siamo andati incontro alle loro richieste facendo delle modifiche importanti nella stesura del regolamento. Non è possibile fare solo ostruzione, oppure provare a cavalcare un'onda troppo facile da cavalcare. Il sentiment come è stato chiamato dal presidente Brizzi non era cosi catastrofico e neanche negativo. Sono emerse alcune critiche ma anche proposte. I tempi sono maturi ed è anche scorretto istituzionalmente davanti ad una delibera del consiglio comunale chiedere di fare un passo indietro e aspettare un altro anno per discutere cisto che in questi mesi incontri e confronti sono stati fatti con modi e tempi consoni. Non torneremo indietro, perché questa nonostante sia stata una scelta difficile, si è resa necessaria. Non è possibile chiedere da una parte nuovo investimenti e manutenzioni delle strade bianche e dall'altra essere contrari ad un balzello che potrebbe permettere di sfruttare i fondi per tali lavori e non solo". 

"Promozione, accoglienza e decoro, sono i campi a cui saranno destinati i proventi della tassa di soggiorno. Gli adempimenti - ha concluso Baruffa - sono limitati allora stretto necessario, dando alle strutture che vorranno un portale dove poter gestire i movimenti. Le commissioni sono un tasto dolente a livello nazionale: molti Comuni stanno provando a cambiare le regole ma per adesso anche la Corte dei conti non dà soluzioni. Invito invece Confcommercio, quale associazione importante e ben rappresentata, ad affiancarci nella lotta insieme agli altri Comuni per poter cambiare le regole del gioco riducendo burocrazia e commissioni".



Tag

Catania, Salvini contestato

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Attualità