Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:VOLTERRA16°31°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 18 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei, Belgio e Danimarca si fermano al 10' per il tributo ad Eriksen

Politica giovedì 28 gennaio 2016 ore 12:45

Un anno di Buselli fra scuola, sanità e cultura

Il sindaco di Volterra Marco Buselli

Il bilancio di un anno per l'Amministrazione, i successi e i nodi da sciogliere, il problema del trend demografico in calo e alcune soluzioni



VOLTERRA — Cultura, scuola, sanità. Gennaio è agli sgoccioli e il mese è servito all'Amministrazione Buselli per tracciare un bilancio dell'anno passato, proiettare il lavoro nel 2016 e mettere a fuoco le problematiche principali. Ed è in questi tre punti, che il sindaco di Volterra individua altrettanti traguardi e sfide: momenti chiave sui quali si è giocata (e si sta giocando) la partita per il futuro della città.

“Sul piano culturale andiamo orgogliosi delle mura ricostruite” esordisce Buselli. La scrivania è ingombra di carte, ma lui vuole partire dal settore più caratteristico della città. “La rendicontazione dei lavori è andata a buon fine – spiega Buselli – dalla Regione sono arrivati soldi anticipati, tutta l'operazione è costata quasi 3 milioni di euro”. Adesso manca l'ultima tranche da pagare: “Era una sfida difficile a tutti livelli, da quello della ricostruzione fisica all'aspetto burocratico e finanziario”.

La seconda “bandiera” Buselli vuole affiggerla sulla scuola: “Con la riapertura a Villamagna di un edificio antisismico, restaurato anche grazie a una finanziamento regionale, sentiamo di avere raggiunto un importante traguardo”. La scuola è rimasta chiusa per un anno e mezzo: “Era stata costruita con materiale povero – spiega il sindaco – e c'erano dei problemi strutturali. Tra Fondazione cassa di risparmio di Volterra, Regione e Comune sono stati investiti oltre 500mila euro”.

Poi c'è l'apertura dell'istituto alberghiero di Volterra: “Abbiamo dato il nostro contributo al sostegno delle spese, ma l'indirizzo è partito grazie al lavoro di una comunità intera. C'era già un esperimento che avevamo contribuito a far decollare all'interno del carcere, qualche anno prima, con i detenuti e i ragazzi in età scolastica a studiare assieme. Visto che la cosa ha funzionato, si è aperta la possibilità di un indirizzo nuovo fuori dal carcere e abbiamo ricevuto adesioni anche da territori distanti”.

Sono state aperte due prime, ricorda Buselli, e ora si profila all'orizzonte una novità: “Stiamo pensando a una specie di servizio-ostello per gli studenti, ci sta lavorando l'assessorato”. Il progetto, che mira a trattenere i giovani sul suolo volterrano, è stato pensato nel quadro di una visione politica che punta a invertire il trend demografico. Ovvero: recuperare abitanti.

In questo contesto si collocano anche le battaglie sulla sanità e sul lavoro: “L'acquisizione della Rems si svolgerà in due fasi – chiarisce Buselli la prima riguarda la sistemazione dei locali inutilizzati del vecchio locale, una soluzione transitoria e già attuata; poi ci sarà una fase di gara, per la realizzazione nell'attuale parcheggio dell'ospedale di una struttura nuova: due moduli da 20 posti letto ciascuno, che a regime porterà 80 posti di lavoro diretti”.

Secondo il sindaco è almeno un decennio che non se ne vedono così tanti in una volta sola. Infine c'è lo sblocco degli immobili acquisiti da Inail, che era in odore di fuga: “Oltre 20 milioni di euro fra Rems e Inail piovono sul settore ospedaliero di Volterra”.

Nel dopoguerra Volterra contava 20mila abitanti: oggi poco più di 10mila. La decrescita è rallentata ma non si è arrestata: “E' fondamentale investire sul lavoro. Abbiamo varato una riduzione della Tari del 50 per cento per tre anni a chiunque voglia aprire un'attività artigianale o industriale. È stato il primo anno d'inserimento nel pip di Saline di Volterra e speriamo, con queste iniziative, unite a quelle in campo sanitario, di frenare la decrescita".

Filippo Bernardeschi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ciclista caduto nell'oasi del Masso delle Fanciulle è stato individuato a tarda sera dai Vigili del Fuoco e portato all'ambulanza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

STOP DEGRADO

Attualità

Cronaca

Spettacoli