comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:VOLTERRA10°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 03 dicembre 2020
corriere tv
Vaccino anti-covid, Ippolito: «Chi è stato positivo non dovrà farlo»

Spettacoli martedì 15 dicembre 2015 ore 13:28

Un grande balletto sulle note di Carmina Burana

Foto di Cristiano Castaldi

​Appuntamento al Persio Flacco con Mauro Astolfi e la sua Spellbound Ballet: 9 bravissimi danzatori traducono la poesia con il linguaggio del corpo



VOLTERRA — La Spellbound Contemporary Ballet, una tra le compagnie italiane di danza contemporanea maggiormente apprezzate per la sua offerta culturale, conosciuta e richiesta ormai a livello internazionale, sarà protagonista sul palco del Teatro Persio Flacco di Volterra domenica 20 Dicembre alle ore 21,15. 

La compagnia, diretta dal coreografo Mauro Astolfi, ripropone il suo spettacolo fiore all’occhiello, “Carmina Burana”, su musiche di Carl Orff, Antonio Vivaldi I, Ecce Torbit Probitas.
La forza narrativa della danza, della musica e dei versi sono il compendio perfetto dei “carmina” evocati in tutta la loro potenza espressiva di raccolta di documenti poetici e musicali del Medioevo che diventano, nella creazione di Astolfi, poesia burlesca, impudente e sovversiva. I Carmina Burana sono un corpus di testi poetici composti nell’XI e nel XII secolo, tramandati da un importante manoscritto. Composti dai, così detti, “clerici vagantes” colgono le caratteristiche della mentalità e della cultura goliardica medievale. Nella raccolta si esalta il vino, l’amore, la natura, si condanna la dissolutezza del clero del tempo e si incoraggiano le fanciulle a godere del piacere dei sensi. 

Dalla profondità della poesia il corpo traduce in linguaggio universale il piacere e la libertà. La coreografia di Mauro Astolfi rende palpabile le tensioni inquieti di “quel” Medioevo. La scenografia diventa protagonista attraverso il gioco dei danzatori. Pochi gli elementi scenografici presenti sul palco: un tavolo lungo e massiccio, due panche di legno ed un grande armadio, tutto in stile medievale. I nove danzatori riescono a catturare magneticamente lo spettatore grazie alla loro incredibile bravura: tecnica impeccabile, doti fisiche sopraffine e una maturità artistica ed espressiva lampante, fanno di questo corpo di ballo una vera e propria “macchina da guerra”.
Inoltre, ad accogliere il pubblico, come ogni sera, ci sarà l’iniziativa Degusta il teatro: assaggi di vini e prodotti locali (a cura della Fisar, delegazione storica di Volterra, e dell’Emporio del gusto) con l’accompagnamento degli allievi dell’Accademia musicale “Città di Volterra”.
La stagione teatrale del Persio Flacco è sostenuta da Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e Cassa di Risparmio di Volterra.
I biglietti ( al presso di 17 euro, 15 per i soci Coop e 10 per gli under 18) saranno in vendita presso il botteghino del teatro la sera dello spettacolo e quella precedente, in orario 17-19; i posti saranno comunque anche prenotabili on-line sul sito del teatro per tutti gli spettacoli.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità