Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:VOLTERRA8°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 01 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
L'audio della telefonata tra il Papa e Becciu: «Santità, la lettera che mi ha inviato è una condanna»

Attualità martedì 16 dicembre 2014 ore 15:38

'Volterrano Non Straniero': la città senza confini

Alle finestre del colle etrusco saranno appese le bandiere di altri Paesi: un evento che vuole essere un momento di incontro tra tutti i cittadini



VOLTERRA — "L’invito a tutta la cittadinanza, oltre a partecipare alla manifestazione, è quello di esporre alle finestre, una bandiera di un Paese del mondo, e ad ogni straniero-volterrano di partecipare e portare con sè un oggetto tipico del proprio Paese". Così, in una nota, Federico Berni consigliere comunale delegato per gli Stranieri residenti a Volterra, presenta Volterrano Non Straniero. L'evento, che vuole essere un momento di amicizia e condivisione per fare di Volterra una città senza confini, è in programma venerdì 19 dicembre a Volterra alle ore 18 a Palazzo dei Priori nella Sala del Consiglio.
L'iniziativa è promossa dall’amministrazione comunale e organizzata dal consigliere Berni, in collaborazione con l’assessore alla cultura e l’assessorato alle politiche sociali.
L'obiettivo è quello di far incontrare i volterrani e coloro che, nati in un Paese straniero, hanno scelto Volterra per abitare, vivere, creare una famiglia.
Oltre alla cerimonia nel palazzo civico, alla quale tutti sono chiamati a partecipare e agli stranieri in particolare è richiesto di portare con sè un oggetto del proprio Paese d'origine,  l'invito è quello di esporre in questa giornata alle finestre una bandiera di una nazione del mondo.
Il programma dell’iniziativa prevede alle 18 i saluti del sindaco Marco Buselli e l’intervento del consigliere Berni, dell’assessore alla cultura Alessia Dei e dell’architetto Giuliano Chelazzi, promotore dell’iniziativa. Momento clou della serata sarà la consegna della carta d’identità all’ultimo straniero diventato volterrano, la consegna di un foulard con lo stemma di Volterra a un bambino e una bambina cittadini volterrani, figli di stranieri e la consegna di un’opera in alabastro a uno dei profughi ospitati a Volterra. A seguire brindisi e buffet per tutti i presenti.

"Questa giornata - spiega Berni - vuole essere per Volterra e per tutta la Toscana un momento di condivisione e di fratellanza oltre le differenze razziali, di lingua e di religione, per conoscere meglio le reciproche storie, abitudini e tradizioni. In una parola sola per sentirsi “cittadini” di un unico grande Paese".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il percorso scolastico all'Itcgf "Niccolini" di Benedetta Chiarei è stato premiato a Pisa come uno dei migliori di tutta la Provincia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca