QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20°21° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 18 agosto 2019

Attualità giovedì 07 maggio 2015 ore 17:48

Asilo: si studiano anche soluzioni alternative

Il ritrovamento della tomba villanoviana in località Ortino rischia di far saltare il progetto. Buselli non esclude altre location e bacchetta l'opposizione



VOLTERRA — "Abbiamo optato per la realizzazione di una struttura ex novo in bioedilizia e posta in una zona già vocata a divenire una sorta di villaggio scolastico integrato; il progetto elaborato dall'Amministrazione nel mio precedente mandato ha vinto il bando promosso dalla Regione Toscana, collocandosi al 15esimo posto in graduatoria sulle 140 domande presentate e 20 finanziate, ottenendo così la copertura finanziaria per i lavori". Il sindaco di Volterra Marco Buselli in una nota stampa difende il progetto del nuovo asilo La Mongolfiera e risponde a Volterra Futura  su quello, ormai chiuso dei Cappuccini. "Gioire adesso, perchè i necessari rilievi della Soprintendenza richiedono forti spese aggiuntive, che rischiano di far saltare il progetto - scrive Buselli all'opposizione -  è semplicemente da irresponsabili".
Infatti, il nuovo asilo, alternativo al progetto dei Cappuccini delle amministrazioni pre-Buselli, dovrebbe sorgere in località Ortino, dove però è stata recentemente scoperta una tomba di epoca pre-etrusca. Sono già stati eseguiti, come richiesto dalla Soprintendenza, 60mila euro di scavi. Ma sono necessari altri interventi, per un costo stimato di 200-250mila euro. Soldi che il Comune non ha e se il progetto dell'asilo non andrà avanti, si rischia di perdere il finanziamento regionale ottenuto per la nuova scuola. "Per quanto ci riguarda ci adopereremo per non perdere il finanziamento ottenuto- scrive il sindaco - e trovare soluzioni alternative". Il Comune, dunque, sta pensando anche di spostare la sede del nuovo asilo altrove.

Buselli risponde poi all'opposizione: "quel che manca e continua a mancare a Volterra Futura, erede di chi ha lasciato il governo della città dopo decenni di errori strategici, è un briciolo di serena capacità autocritica". "Anzichè poi stendere un velo pietoso sulle infauste scelte che hanno privato i Borghi, la zona più giovane e popolata di famiglie della città, di una scuola a servizio di chi abitava fuori dalle mura - prosegue - continuano sterilmente ad attaccare, a testa bassa, sulle nuove e necessarie iniziative intraprese dall'Amministrazione".
"Tra le valutazioni che la gente ha fatto sull'operato dei miei predecessori, c'è sicuramente e per forza l'operazione Cappuccini, che non regge e fa acqua da qualsiasi parte la si guardi - sostiene il sindaco - Dieci anni di 'stop and go' per adeguare ciò che per legge non può più essere adeguato come asilo, con il risultato di molti soldi spesi, moltissimi ancora da spendere e niente di realizzato". Il primo cittadino definisce poi "patetico e maldestro il tentativo di camuffare la penale pagata, che si aggira sui 650mila euro, come insuccesso dell'amministrazione appena entrata, anzichè considerarla l'unica strategia di uscita praticabile". "Per non parlare della permuta che sta alla base di tutto, con uno scambio Comune-Santa Chiara ed il risultato poco lusinghiero di due immobili non utilizzati - aggiunge Non dicono inoltre che, a voler infilarsi nel progetto Cappuccini, il Comune non avrebbe potuto davvero fare altro, perchè il cantiere avrebbe assorbito tutte le risorse disponibili per più anni".
Per Buselli quella della scuola ai Cappuccini era "un'ipotesi insostenibile": "noi abbiamo chiuso definitivamente questa brutta pagina, ridefinendo le funzioni dei Cappuccini in vista di un'asta che potrà giovare alle cronicamente esauste casse comunali ed optando per la realizzazione di una struttura ex novo, dai costi sicuramente più bassi".
"State tranquilli - si conclude la replica del sindaco all'opposizione - la Mongolfiera, nome che abbiamo fatto scegliere ai bambini stessi per il nuovo asilo, prenderà serenamente il volo, lasciando con il naso all'insù chi si accontenta di gioire quando ci sono problemi che a prima vista sembrano insuperabili".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Cronaca

Attualità