Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:08 METEO:VOLTERRA18°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità giovedì 09 luglio 2015 ore 12:10

Vada Volaterrana: studenti stranieri agli scavi

Ripresa l'attività di ricerca archeologica nell'area dove sorgeva l'antico porto di Volterra: al lavoro anche da Olanda, Hong Kong, Australia e Usa



ROSIGNANO MARITTIMO — E’ partita tre giorni fa la terza edizione della “Summer School” dell’Università di Pisa a Vada, presso l’area archeologica di San Gaetano. L’iniziativa, che andrà avanti fino al 25 luglio, vede quest’anno la partecipazione di studenti provenienti da Nazioni sparse in quasi tutti i continenti.

L'area archeologica di San Gaetano, lo ricordiamo, è la più estesa lungo la costa da Populonia a Luni ed è anche l'unica visitabile. Gli scavi stanno progressivamente ricomponendo la forma urbana dell’antica Vada Volaterrana, porto di Volterra, che risulta estendersi dalla località San Gaetano almeno sino al centro della moderna frazione.

Sotto la direzione del dottor Stefano Genovesi, sette studenti di archeologia provenienti dall’Italia, dall’Olanda, da Hong Kong, dall’Australia e dagli Stati Uniti, coordinati da alcuni archeologi dell’Università di Pisa, hanno ripreso in questi giorni gli scavi del quartiere di servizio individuato due anni or sono lungo via del Porto, immediatamente a sud dell’area archeologica in corso di scavo da oltre trent’anni, di cui è ancora incerta la funzione.

Le indagini, condotte con il supporto del Comune di Rosignano Marittimo e delle Società Solvay ed Ineos, si pongono l’obiettivo di chiarire pianta e destinazione dell’edificio, anche secondo le indicazioni emerse dalle indagini georadar condotte nei mesi scorsi dal Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa. 

Gli scavi e gli studi proseguiranno fino a sabato 25 luglio, per essere poi ripresi nel mese di settembre dalla campagna annuale di scavo ad opera di studenti e ricercatori dell’Università di Pisa, con l’ormai consueto supporto degli studenti e dei docenti del Liceo Scientifico Cecioni di Livorno.

Per l’occasione, nei pomeriggi del 22 e 24 luglio, il Museo Archeologico di Rosignano Marittimo, in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana e agli archeologi impegnati sullo scavo, effettuerà delle visite guidate all’area interessata dai vecchi e nuovi scavi.

Per informazioni è possibile contattare il Museo Archeologico di Rosignano Marittimo, tel. 0586/724285; museo@comune.rosignano.livorno.it.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'Asl nord ovest dà il via alla selezione per l'ammissione ai corsi: 180 posti per il percorso 1000 ore e 270 per quello abbreviato. Come candidarsi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità