QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12°20° 
Domani 12°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 23 settembre 2019

Attualità mercoledì 21 dicembre 2016 ore 17:30

Alta Valdicecina-Valdera unico distretto sanitario

La giunta regionale ha approvato la proposta di legge che prevede la riduzione delle zone da 34 a 26



FIRENZE — Alta Valdicecina e Valdera sempre più vicine all'accorpamento in un'unico distretto sociosanitario. Durante l'ultima seduta, infatti, la giunta regionale ha infatti approvato la proposta di legge che fa ridurre da 34 a 26 le zone distretto del sistema sanitario regionale.

Il documento andrà ora all'approvazione del consiglio regionale.

La riduzione degli ambiti zonali da 34 a 26 rientra nel processo di riordino degli assetti del servizio sanitario regionale avviato con la legge regionale del 16 marzo 2015 e proseguito con la legge regionale approvata dal Consiglio un anno fa, il 28 dicembre 2015. In particolare, con questa proposta di legge si procede alla revisione degli ambiti territoriali di zona distretto. Questi ambiti sono individuati all'interno delle tre nuove grandi aziende sanitarie in base a criteri quali il numero di abitanti, l'estensione del territorio, il numero di comuni, ponendo attenzione alle zone disagiate, di confine, montane, alla loro identità territoriale, e considerando le esperienze socio-sanitarie maturate e consolidate e il rapporto fra dimensioni elevate del territorio e scarsa densità abitativa. I singoli consigli comunali, le unioni dei comuni o le singole conferenze zonali integrate hanno potuto avanzare proposte per la ridefinizione degli ambiti.

Il processo di unficazione interessa 14 ambiti zonali, che compongono 6 nuove zone distretto, e coinvolge complessivamente 106 comuni e quasi un milione (974mila) di abitanti, pari al 26 per cento della popolazione toscana. Il risultato di questo processo comporta, appunto, la riduzione degli ambiti zonali da 34 a 26.

La proposta di legge detta anche la disciplina transitoria per garantire la continuità del sistema nella fase di passaggio dalle preesistenti zone distretto alle nuove, disciplinando, tra l'altro, il processo di fusione per incorporazione, nell'ipotesi in cui nella stessa zona distretto sussistano due o più società della salute. La proposta di legge prevede anche un contributo di primo avvio a favore delle zone distretto oggetto di accorpamento e specifici incentivi di finanziamento per ulteriori accorpamenti tra zone distretto preesistenti.

La nuova zona distretto accorpata Alta Valdicecina e Valdera raggruppa i comuni di: Castelnuovo Val di Cecina, Montecatini Val di Cecina, Pomarance, Volterra, Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Chianni, Lajatico, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, Santa Maria a Monte, Terricciola, Casciana Terme Lari.



Tag

Meloni: "Se Governo riceve ceffone dalle regionali iniziera' a traballare"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità