QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 15°26° 
Domani 14°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 22 ottobre 2019

Attualità lunedì 12 dicembre 2016 ore 17:31

Le richieste di Alta Valdicecina e Alta Valdera

Da sinistra a destra Martignoni, Buselli, Macelloni, Fais e Tarrini

Sanità, siglato un protocollo di intesa tra i sindaci da presentare a Regione e Anci. Buselli: "Definire una politica sociosanitaria omogenea"



VOLTERRA — Un protocollo che riunisce i sindaci dell'Alta Valdicecina e dell'Alta Valdera sulla zonizzazione sociosanitaria da indirizzare a Regione Toscana e Anci Toscana alla luce del processo di forte riduzione in Toscana delle zone distretto. E’ quello siglato questa mattina a Volterra dai sindaci dei Comuni di Castelnuovo Valdicecina, Chianni, Lajatico, Montecatini Val di Cecina, Peccioli, Pomarance, Terricciola e Volterra. 

"La volontà di aprire da subito, tra i Comuni firmatari, un confronto per definire una politica sociosanitaria omogenea nei propri territori, è un fatto di grande rilevanza strategica – ha dichiarato il sindaco di Volterra Marco Buselli - . Le politiche di area, come in questo caso, devono partire dal basso, per trovare senso ed efficacia. Da domani inizieremo a lavorare per definire un comune assetto, che dia valore alle specificità di ciascuno".

Nel documento i Comuni chiedono "sia alla Regione Toscana che all'Anci Toscana di valutare e approfondire il tema della riorganizzazione delle Società della Salute; di rendersi disponibili fin da ora ad un incontro con gli organismi preposti in materia per illustrare dettagliatamente e puntualmente le posizioni e le valutazioni proposte; di aprire fin da subito un confronto tra i Comuni firmatari del presente documento per definire una politica sociale e sanitaria omogenea nei propri territori". 



Tag

Maltempo tra Liguria e Piemonte: a Gavi esonda il rio Neirone

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Cronaca

Attualità