QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 21°22° 
Domani 21°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 25 agosto 2019

Attualità venerdì 05 dicembre 2014 ore 12:58

Geotermia in Parlamento: interviene il Pd locale

Nocchi: "contestiamo duramente ognuna delle risoluzioni parlamentari presentate sulla geotermia, nelle quali troviamo molti aspetti che non condividiamo"



VAL DI CECINA — "Il Partito Democratico, a tutti i suoi livelli, si sta muovendo per valutare e chiarire gli aspetti legati alle risoluzioni presentate dai 4 maggiori partiti presenti in parlamento (oltre al PD anche SEL, M5S e FI), contattando parlamentari, referenti politici regionali e provinciali e coinvolgendo le istituzioni locali". Così in una nota il segretario del Pd per la provincia di Pisa Francesco Nocchi.
Avevamo dato notizia nei giorni scorsi dei quattro documenti presentati, spiegandole nel dettaglio ed ecco che il Partito Democratico locale spiega la sua posizione. "contestiamo duramente ognuna delle risoluzioni parlamentari presentate sulla geotermia, nelle quali troviamo molti aspetti che non condividiamo". Nella nota stampa Nocchi spiega ancora che le cose che non vanno sono "la liberalizzazione delle basse e medie entalpie che invece dovrebbero essere sottoposte a più attenta valutazione locale, anche tramite consultazioni referendarie tra i cittadini", oltre "alla rivalutazione della classificazione della geotermia come energia rinnovabile", la revisione dei "contributi economici" e anche "valutazioni tecniche di dubbia competenza".

"Tanti sono gli aspetti che stiamo contestando e che abbiamo comunicato ai parlamentari pisani del Pd - si legge ancora - tantoché il deputato Paolo Fontanelli ha contattato direttamente l'autrice della risoluzione contestata Chiara Braga e il capogruppo Pd nella Commissione parlamentare Attività produttive Gianluca Beneamati, ottenendo la disponibilità per un incontro a breve con i rappresentanti del Pd della Val di Cecina".

Non manca poi dal segretario provinciale un attacco politico: "a chi punta il dito contro il Pd, alle zelanti liste civiche" Nocchi ricorda "che tutto ciò che esiste oggi in termini di strategia e di presenza industriale sulla geotermia, in termini di legislazione e di riconoscimento economico al territorio in virtù dello sfruttamento della sua risorsa principale da parte di ENEL, è dovuto al fatto che ci sono amministratori di centrosinistra che per questo hanno lottato strenuamente ottenendo finalmente una legge ad hoc e una incredibile quantità di finanziamenti". "Ci sarebbe piuttosto da soffermarsi, e lo faremo - prosegue il segretario - sul modo in cui vengono utilizzate le risorse geotermiche, sulla completa assenza di programmi a lunga scadenza diretti a creare nuovo lavoro in zona ed a superare i problemi infrastrutturali che affliggono l'alta val di Cecina". Il Pd contesta duramente, dunque, il modo in cui le liste civiche gestiscono le risorse geotermiche e parla di "una gestione egoistica e miope dei milioni di euro che arrivano sul territorio". 

I Comuni geotermici in Provincia di Pisa, sono Castelnuovo Val di Cecina, Pomarance e Monteverdi Marittimo. I primi due sono amministrati da liste civiche ed il terzo da un sindaco targato Pd che anche presidente dell'Unione dei Comuni Alta Val di Cecina, formata insieme a Pomarance e Montecatini Val di Cecina, dove c'è un altro sindaco di centrosinistra. 

"Il PD, dal livello locale fino a quello nazionale, continuerà a difendere la geotermia, anche quando alcuni nostri esponenti prendono iniziative che riteniamo sbagliate - conclude Nocchi - perché più di tutti crediamo ai benefici di questa fonte rinnovabile, sia per i benefici ambientali che per lo sviluppo".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità